Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Jesi, investito dalla fiammata del barbecue: grave ufficiale dell’Aeronautica

Il 46enne è stato trasferito in eliambulanza al Centro Grandi Ustionati di Torino dove si trova ricoverato in condizioni molto serie

eliambulanza, elisoccorso Marche, 118
L'eliambulanza

JESI – Stava accendendo il barbecue per fare una grigliata in famiglia, il giorno di Pasqua, ma il ritorno di fiamma, dopo aver spruzzato del liquido infiammabile, lo ha raggiunto al volto. Una giornata di festa che in pochi istanti si è trasformata in incubo quella vissuta da una famiglia jesina domenica.
A restare gravemente ferito è un 46enne jesino (L.P. le sue iniziali), tenente colonnello dell’Aeronautica militare di stanza a Poggio Renatico (provincia di Ferrara) ma residente a Jesi con la compagna i loro figli.

L’uomo, forse a causa del liquido accelerante per far ardere la brace, è stato raggiunto da un ritorno di fiamma, che gli ha provocato delle gravi ustioni al volto, al braccio e alla gamba sinistri. Spaventati, i familiari hanno allertato il 118, salvo poi, presi dal panico, non attendere l’arrivo dell’ambulanza presso la loro abitazione, in un quartiere centrale della città, ma muoversi in autonomia per trasportare il ferito al Pronto soccorso dell’ospedale Carlo Urbani di Jesi.

Intanto dalla centrale operativa del soccorso di Ancona è stata allertata l’eliambulanza, che ha raggiunto Jesi in codice rosso. Il 46enne è stato stabilizzato e intubato, poi trasferito in elicottero al Centro grandi ustionati di Torino-Città della salute e della scienza, unico centro specialistico che nel giorno di Pasqua aveva posti disponibili. Lì si trova ricoverato in gravissime condizioni.