Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Jesi: fioriera in fiamme al ristorante La Corte dei Miracoli, ma è un incidente

I vigili del fuoco sono intervenuti in mattinata e hanno domato l'incendio, escludendo il dolo. Danni anche al muro del locale e a una finestra

La fioriera distrutta dalle fiamme davanti alla Corte dei Miracoli

JESI – Alba di fuoco in pieno centro a Jesi, quella di oggi. L’allarme è scattato alle primi luci, quando i Vigili del fuoco sono intervenuti per spegnere un incendio su una fioriera posta davanti all’ingresso del ristorante-pizzeria “La Corte dei Miracoli”, in cortile di Palazzo Bettini.

I pompieri non ci hanno impiegato troppo a domare il rogo e ripristinare le condizioni di sicurezza dei luoghi. Purtroppo le fiamme, divampate da una fioriera di plastica, hanno anche annerito parte del muro e danneggiato parzialmente una finestra. Danni limitati.

Sono stati gli stessi titolari del ristorante a pubblicare sui social la foto dell’incendio accompagnandola con un commento amaro: «Ora siamo passati al fuoco, sembra che la quarantena abbia risvegliato l’istinto violento».
È comprensibile l’irritazione dei titolari. “La Corte dei Miracoli” è stata più volte al centro di episodi teppistici, danneggiamenti, atti vandalici e piccoli furtarelli di suppellettili esterni, che ogni volta venivano segnalati alle forze dell’ordine. Questo rogo, che ha svegliato i residenti del quartiere all’alba, solleva dubbi e incertezze ma, in base ai rilievi tecnici eseguiti dai Vigili del fuoco, l’ipotesi del dolo sembra venire categoricamente esclusa, facendo piuttosto propendere per una pista accidentale. La fioriera andata distrutta dal fuoco, infatti, è adibita a posacenere per i clienti del ristorante. Non è difficile pensare che qualche cicca sia stata abbandonata magari ancora accesa e, dato che tra i mozziconi spesso vengono gettate anche cartacce, è plausibile che questi materiali possano avere prodotto un calore tale da innescare un piccolo incendio poi alimentato dalla plastica del vaso stesso.

Anche gli stessi condomini del complesso residenziale di Corte Bettini tenderebbero a escludere il dolo e l’atto vandalico.
La zona è comunque coperta da servizio di telecamere che potranno fornire agli inquirenti, interessati del fatto, la risposta a ogni dubbio.