Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Due incidenti senza feriti: paralizzato il traffico a Jesi ovest e in viale Trieste

In via Roma una Panda della Asur è rimasta inclinata a bordo strada, mentre alle 19,45 in via Mazzoleni, vicino alla Stazione ferroviaria, due vetture si sono scontrate in retromarcia

Jesi
L'incidente in via Roma, Jesi

JESI – Due incidenti stradali si sono verificati nel pomeriggio a Jesi, per fortuna entrambi senza feriti, ma solo con ripercussioni sul traffico.

Il primo, verso le 16 in via Roma, nei pressi del distributore di carburante Beyfin e dell’ex bar Parò, in direzione Moie. Coinvolta nel sinistro, una Fiat Panda della Asur che viaggiava in direzione Moie e che, sembra da una prima ricostruzione, a causa di un improvviso rallentamento della coda di auto in uscita dalla città, per non tamponare la vettura che la precedeva (una Nissan Micra) ha sterzato bruscamente sulla destra, urtando solo di striscio la Micra ma restando di fatto inclinata sul fossato a bordo strada, con le ruote anteriore e posteriore destre praticamente all’aria. Illeso il dipendente Asur che la conduceva, così come l’automobilista della Micra, ma disagi inevitabili al traffico essendo via Roma sempre trafficatissima sia in entrata che in uscita da Jesi. Sono dovuti intervenire i Vigili del fuoco di Jesi e due pattuglie della Polizia locale per gestire contemporaneamente sia i rilievi che il traffico, deviato e fatto procedere a senso unico alternato durante le fasi di soccorso e rimozione dei mezzi.
L’arrivo del carroattrezzi ha rallentato ancora di più il traffico che per un’ora è rimasto paralizzato, con disagi e lunghe code anche per chi proveniva dall’uscita di Jesi ovest della superstrada e da Ponte Pio.

Un secondo incidente, anche questo con soli danni ai mezzi per fortuna, verso le 19, 30 in via Mazzoleni: una vettura nell’effettuare manovra di retromarcia ha urtato un’altra auto che stava transitando. Sono intervenuti ancora gli agenti della Polizia locale.
Dalla fine del lockdown e con l’allentamento delle misure restrittive – come confermato anche dalla Polizia locale – si sono moltiplicati gli incidenti, anche solo con danni ai mezzi.