Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Investimento mortale a Lido di Fermo: si è costituito il conducente dell’auto

Si tratta di un operaio di 55 anni, incensurato. Ora dovrà rispondere di omicidio stradale e di omissione di soccorso. A perdere la vita una donna. Violentissimo l'impatto

Una pattuglia dei carabinieri
Una pattuglia dei carabinieri

PORTO SANT’ELPIDIO – Si è costituito, probabilmente spinto dal fatto che il massiccio controllo messo in campo dai carabinieri della Compagnia di Fermo, aveva permesso di restringere il cerchio.

L’uomo, un operaio 55enne incensurato ed estraneo alle cronache giudiziarie, si è presentato nel tardo pomeriggio di ieri presso la caserma dei carabinieri di Porto Sant’Elpidio di via Mazzini. Si tratta del conducente che era alla guida dell’auto che ieri mattina (lunedì 23 novembre), intorno alle 7, ha investito una 61enne di origini albanesi residente a Lido di Fermo.

La donna stava attraversando la Statale 16, all’altezza dell’Hotel Charly, quando è stata colpita dalla vettura che è poi fuggita. Un impatto violentissimo tanto che a nulla sono valsi i soccorsi del personale del 118 giunto sul posto: la donna era deceduta.

I carabinieri della Compagnia di Fermo, guidati dal tenente colonnello Nicola Gismondi, hanno subito avviato le indagini e hanno ascoltato alcuni testimoni e passato al setaccio le immagini delle telecamere di videosorveglianza. Il 55enne si è poi costituito nel tardo pomeriggio.

I militari stanno ora cercando di approfondire le cause e la dinamica dell’incidente; l’uomo dovrà rispondere di omicidio stradale e di omissione di soccorso. La salma della donna si trova presso l’obitorio dell’ospedale di Fermo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.