Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Incendio in un appartamento a Servigliano: muore una bambina di sei anni

La mamma, una 37enne bulgara, è riuscita a mettere in salvo la figlia di 5 anni ma non la più grande. Il padre era fuori casa. In corso accertamenti

L'intervento dei vigili del fuoco

MACERATA – Appartamento in fiamme a Servigliano: muore una bambina. La tragedia si è consumata nella notte, intorno alle 3, in un appartamento in via Circonvallazione a Servigliano. A perdere la vita una bambina di sei anni.

Ancora da chiarire come le fiamme si siano sprigionate anche se probabilmente l’incendio è partito dalla cucina, andata completamente distrutta. La mamma e le due figlie, una di sei anni e l’altra di quattro, stavano dormendo quando la donna, una 37enne bulgara, è stata svegliata dal forte odore acre. Al momento dell’incendio il padre delle due bambine, di origini kosovare, non era in casa.

La donna, che si è subito accorta di quanto stava accadendo e del fatto che la cucina era stata completamente invasa dalle fiamme, e ha cercato in un primo momento di spegnere l’incendio. Resasi conto che purtroppo non c’era nulla da fare ha portato in salvo la figlia di quattro anni facendola uscire dall’abitazione ma non è riuscita a rientrare in casa per mettere in salvo la seconda bambina.

È stata proprio la 37enne a lanciare l’allarme e i vigili del fuoco di Fermo e del distaccamento di Amandola insieme ai militari del Radiomobile della Compagnia di Montegiorgio, si sono subito precipitati sul posto. I pompieri hanno provveduto a domare l’incendio e spegnerlo mentre i militari hanno tentato in ogni modo di salvare la vita alla piccola che era rimasta in casa affidandola alle cure dei sanitari del 118. Purtroppo però per la bambina di sei anni non c’era più nulla da fare: la minore è probabilmente morta per asfissia.

La 37enne si trova ricoverata a Fermo, mentre la figlia di quattro anni è fuori pericolo. Sono in corso gli accertamenti da parte dei carabinieri della Compagnia di Montegiorgio, guidati dal capitano Massimo Canale, per capire come l’incendio sia divampato.