Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Incendio in un’abitazione di Recanati: muore ex dipendente comunale

Ancora da chiarire come il rogo che non ha lasciato scampo al 70enne si sia originato. A lanciare l'allarme sono stati i vicini

RECANATI- Incendio in un’abitazione: muore ex dipendente comunale.
La tragedia si è consumata nel pomeriggio di oggi (lunedì 1 giugno) intorno alle 16:30 in una abitazione in via Beato Placido a Recanati.

Per cause ancora al vaglio dei carabinieri della Compagnia di Civitanova, intervenuti sul posto insieme ai vigili del fuoco e al 118, all’interno dell’abitazione è divampato un incendio che non ha lasciato scampo all’uomo, un 71enne, S.F. ex dipendente comunale, che viveva da solo.

A lanciare l’allarme sono stati i vicini quando hanno visto il denso fumo nero uscire dalla casa. Il 118, che inizialmente aveva anche allertato l’eliambulanza dall’ospedale di Torrette di Ancona – che non è mai atterrata – non ha potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo che sarebbe morto asfissiato e che si trovava nella camera da letto.

I pompieri hanno impiegato molte ore per spegnere il rogo e mettere in sicurezza l’area. Saranno i militari guidati dal capitano Massimo Amicucci a chiarire con esattezza quanto accaduto; pare comunque che l’incendio si sia originato dal piano terra dell’abitazione.

Il corpo dell’uomo al momento si trova presso l’obitorio in attesa dell’autopsia e a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
«Sembra che quest’anno molti fatti tragici si susseguano uno dietro l’altro a Recanati come se non bastasse l’emergenza sanitaria del covid-19» il commento del primo cittadino Antonio Bravi che non conosceva personalmente il 71enne ma che ha voluto porgere le condoglianze alla famiglia dell’uomo.