Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Gradara, muore 26enne travolto dal treno in corsa

Secondo una prima ricostruzione della Polfer non si tratterebbe di un gesto autolesivo. Il ragazzo, di origine ucraina, usava i binari come sentiero per tornare a casa

GRADARA – Una tragedia che ha spezzato la vita di un 26enne ucraino. È stato travolto dal treno in corsa ieri, domenica 3 maggio, lungo la linea ferroviaria che transita sotto Gradara.

Un passante poco dopo le 7 si è accorto del corpo senza vita di un uomo riverso accanto ai binari. Una morte che probabilmente risaliva a quando era ancora notte. Il corpo non è finito travolto sotto le rotaie, ma spostato sul lato. Evidente il trauma cranico.

Sul posto è intervenuta la Polfer per gli accertamenti del caso. La vittima è un giovane ucraino di 26 anni residente a Gradara. Non è chiaro cosa ci facesse lungo la linea ferrata, tra le probabilità anche quella che forse stava tornano verso casa. Era conosciuto alle forze dell’ordine e pare che si sia trattato di una fatalità, non di un gesto autolesivo.

Probabilmente il giovane stava risalendo i binari come se fosse un sentiero da seguire per rientrare verso casa e non si è accorto dell’arrivo del treno che lo ha catapultato violentemente a terra. Subito dopo la scoperta del corpo il traffico sulla tratta ferroviaria è rimasto bloccato dalle 7 alle 9.