Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Gira in bici al porto di Senigallia e cade in acqua, tre surfisti la salvano

Brutta disavventura per una giovane donna dell'entroterra senigalliese, caduta nel tratto terminale del fiume Misa: la corrente l'ha trascinata al largo. Di lei si sono accorti tre sportivi tra cui un poliziotto

La polizia al porto di Senigallia dove tre surfisti hanno salvato una giovane donna caduta in mare
La polizia al porto di Senigallia dove tre surfisti hanno salvato una giovane donna caduta in mare

SENIGALLIA – Cade in acqua mentre girava in bicicletta al porto, la salvano tre sportivi che facevano surf. L’episodio è avvenuto a Senigallia alcuni giorni fa, pochi minuti dopo le ore 13, quando una donna di giovane età residente nell’hinterland stava passeggiando con la sua bicicletta sulla banchina di levante del porto di Senigallia.

Inavvertitamente è finita in acqua alla foce del fiume Misa e, complice la forte corrente è stata immediatamente trascinata a largo. Per sua fortuna, tre sportivi, tra cui un poliziotto fuori servizio, stavano praticando surf e sup sul tratto di mare antistante il lungomare Marconi, poco distante da dove la donna è finita in mare e, non appena si sono accorti di una persona in difficoltà, sono intervenuti

Con molti sforzi per via del mare mosso, i tre sono riusciti con le loro tavole da surf a tenere a galla la persona, ormai stremata per le forze perse nel tentativo di nuotare controcorrente e l’hanno portata a riva. Molto infreddolita e profondamente scossa per l’accaduto, la giovane è stata poi portata in ospedale per le cure mediche del caso: fortunatamente, versa in buone condizioni, ma se l’è davvero vista brutta.