Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Fossombrone piange Simone Battaglini: tanta gente per l’ultimo saluto

Il funerale è in programma per la giornata del 23 ottobre alle ore 16 presso la chiesa di Maria Ausiliatrice: molte le persone che parteciperanno

Simone Battaglini
Simone Battaglini

FOSSOMBRONE – Il comune di Fossombrone si prepara a salutare per l’ultima volta Simone Battaglini, il 50enne morto tragicamente dopo essersi schiantato con la sua moto contro un’utilitaria che procedeva in senso contrario lungo la vecchia Flaminia a San Lazzaro. Al funerale, in programma per la giornata del 23 ottobre alle ore 16 presso la chiesa di Maria Ausiliatrice, è attesa la folle della grandi occasioni.

Persona stimata e benvoluta, la notizia della sua tragica scomparsa ha gettato nello sgomento e nella disperazione l’intera comunità. Il 50enne è pianto e ricordato con affetto anche nel senigalliese dove coordinava il servizio di sicurezza nella discoteca Megà che lo ricorda così: «un grande professionista, un grande amico, ma soprattutto una gran brava persona. Ti ricorderemo come l’angelo custode di tante serate con la certezza che continuerai ad essere vicino alla tua famiglia e a tutti noi ora più di prima».

Migliaia i messaggi di cordoglio sui social. Duzzo Federico Aguzzi titolare della palestra Asd Wellness & Fitness Club ha scritto: «Ciao amico mio! Eri come un fratello per me! Venivi in palestra da più di trent’anni tutti i giorni e anche se non ti allenavi passavi sempre a farmi un saluto. Mi sei sempre stato vicino e mi hai sempre sostenuto. Eri la colonna portante di tutta la palestra! Eri e sarai per sempre una grande persona! Ciao Batto riposa in pace».

C’è chi ha postato un video realizzato in palestra a giugno per ricordare il grande sportivo che il 50enne è stato: «anche se non eri social la forza che avevi ti veniva da dentro non sarà più lo stesso venire in palestra tu eri parte di essa, mi mancherai Simo grazie per ciò che mi hai insegnato so che non è un addio ma un arrivederci non potrà mai andarsene la tua presenza». Un vuoto, quello lasciato da Simone Battaglini che difficilmente si potrà colmare.