Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Ancona, fermato in via Astagno ladro di motorini

È un 44enne, si trovava in via Astagno dove i carabinieri hanno trovato una vespa con il blocco a sterzo forzato. Denunciato

I carabinieri in via Astagno ad Ancona

ANCONA – Si aggirava in via Astagno quando sono arrivati i carabinieri che insospettiti lo hanno controllato. Nelle vicinanze c’era un ciclomotore Piaggio, una vespa, con il blocco a sterzo rotto. Con l’accusa di tentato furto aggravato i militari del Norm hanno denunciato un 44enne romano, residente in città. È successo venerdì notte, nel corso dei controlli proseguiti per tutto il fine settimana ed effettuati dai carabinieri della Compagnia di Ancona. La Sezione Radiomobile, intorno all’1.30, ha notato un uomo che si aggirava con fare sospetto tra i veicoli in sosta.

Gli uomini dell’Arma hanno deciso di procedere al controllo – anche alla luce degli ultimi accadimenti verificatisi nel non lontano quartiere Adriatico – bloccando immediatamente l’uomo ed identificandolo nel 44enne, soggetto peraltro già gravato da precedenti di polizia, anche per reati contro il patrimonio commessi su tutto il territorio nazionale.

I militari, notando anche come il 44enne fosse in stato di ubriachezza e sprovvisto di dispositivi di protezione delle vie aeree, hanno così proceduto a sanzionarlo amministrativamente ma la loro azione non si è limitata a questo: nella considerazione dei numerosi e specifici precedenti a carico dell’uomo e dell’atteggiamento assolutamente indiziante che stava tenendo, sono state avviate subito delle verifiche su tutti i veicoli in sosta nella zona che ben presto hanno fugato ogni dubbio.

Un motociclo Piaggio vespa infatti, presentava il meccanismo di blocco sterzo forzato, evidente sintomo di un tentativo di furto: così sono state avviate delle indagini, condotte mediante l’analisi di impianti di videosorveglianza e l’escussione di alcuni testimoni, la cui attenzione è stata destata dal controllo di polizia, che hanno confermato come l’autore del gesto fosse da identificarsi proprio nel 44enne.

Alla luce delle evidenze raccolte, dunque, l’uomo è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona.

Ma quello appena descritto non è stato l’unico episodio degno di nota verificatosi nel weekend: i militari della Compagnia di Ancona hanno infatti sanzionato ulteriori due soggetti per ubriachezza molesta – un 27enne del Ciad ed un 30enne polacco – ed elevato tre sanzioni nei confronti di altrettante persone, di età compresa tra i 27 e i 56 anni, sorprese a circolare in orario notturno in assenza di causa di giustificazione.