Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Fano piange la morte dell’ex assessore Fabio Uguccioni. Seri: «Da amministratore ha avuto intuizioni quasi rivoluzionarie»

Si è spento a 65 anni a seguito di un brutto male contro cui combatteva da tempo. Tanti i ricordi del mondo politico. Il sindaco fanese: «Mente acuta, ragionamento veloce ed idee all’avanguardia. Fabio lascia un vuoto atroce nella nostra comunità»

Fabio Uguccioni
Fabio Uguccioni

FANO – La Città della Fortuna piange la scomparsa di Fabio Uguccioni, ex assessore della prima giunta Aguzzi, spentosi a 65 anni a causa di un brutto male contro il quale combatteva da tempo. Uguccioni, già presidente della Fondazione Fano Solidale, era stimato e benvoluto da tutta la cittadinanza di Fano che in queste ore sta esprimendo anche via social tutto il proprio cordoglio per questa dolorosa perdita.

Tra i primi a dedicargli un sentito pensiero il sindaco di Fano Massimo Seri: «Mente acuta, ragionamento veloce ed idee all’avanguardia. Fabio lascia un vuoto atroce nella nostra comunità. Politicamente si tratta di una perdita incolmabile, poiché da amministratore ha sempre avuto intuizioni quasi rivoluzionarie capaci di anticipare i tempi. Fabio aveva il dono di saper leggere il contesto trovando una sintesi efficace. Di lui ho sempre apprezzato la coerenza. Amava ripetere che “inseguendo l’ordinaria amministrazione, si rischia di non accorgersi delle differenze”. E nelle differenze lui riusciva a indicare la scelta più giusta. Infine, voglio menzionare il suo grande impegno sociale che lo ha portato a credere in iniziative di forte impatto, come la realizzazione dell’Arena Bcc o come la nascita di Fano Solidale».

Sentite e commosse anche le parole dell’assessore Etienn Lucarelli: «Fano perde una persona di grande qualità e capacità! A lui mi hanno unito piacevoli esperienze maturate negli ultimi 10 anni, nelle innumerevoli associazioni dove la crescita della città, della comunità, era sempre argomento del giorno. Un triste addio che deve anche farci riflettere sulle tante cose ancora da fare per migliorarci, quelle che ogni giorno Fabio Uguccioni coltivava con estrema Passione. Ciao Fabio!»

Anche l’assessore regionale Mirco Carloni ha voluto esprimere pubblicamente il proprio cordoglio: «Ho appreso con dolore della scomparsa di Fabio Uguccioni, la cui dipartita lascia un vuoto difficilmente colmabile per l’intera comunità fanese, che con Fabio perde un riferimento etico ed un esempio di rara compostezza istituzionale. Con Fabio ho condiviso i banchi di Giunta a Fano e porto in me il ricordo di una persona discreta nei comportamenti, mite nei toni ma tenace nel preservare e condividere il proprio pensiero fieramente indipendente. Una fermezza valoriale non comune, che Fabio Uguccioni è riuscito ad imprimere non solo in politica ma anche nel mondo del sociale attraverso la Fondazione Fano Solidale. Il mio caro e sincero saluto ad un uomo giusto ed onesto. Riposa in pace Fabio».

Per capire la stima e l’affetto nei riguardi del 65enne basta scorrere la sua bacheca virtuale per vedere i ricordi ed i messaggi che amici e conoscenti stanno lasciando in queste ore: «Se si insegue l’ordinaria amministrazione e non la politica si rischia di non accorgersi delle differenze. Ciao Fabio, ci mancherai! Condoglianze e un forte abbraccio alla famiglia», e ancora: «Una persona perbene. Un animo buono e gentile. Una persona che ha dato tanto (ed avrebbe sicuramente voluto farlo ancora) per la nostra città. Fabio Uguccioni era così, un uomo semplice dal cuore grande!»; scrive ancora un amico: «Ricordo il desiderio che avevi nell’unire la capacità di creare un giardino dove tavolate di persone anche sconosciute fra loro condividevano la gioia di mangiare insieme in quel quartiere “Fano 2” che con te viveva di stimoli nuovi. Ed il piacere di trasmettere le tue idee. Ti ho conosciuto tantissimi anni fa e la Rosy da tramite. La Rosy che mi ha sempre trasmesso il suo cuore pieno di amore per te. E se è vero come è vero che nessuno muore fino a che viene ricordato nei cuori di chi resta la tua vita sarà ancora lunghissima».

Da stabilire ancora la data dei funerali: tanti coloro che vorranno salutarlo per l’ultima volta.