Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Fano, l’avvicina con una scusa e le sfila la collana d’oro

Nuovo furto con la oramai nota tecnica dell'abbraccio. L'autrice sarebbe una donna sulla quarantina. Indagano i carabinieri che raccomandano massima attenzione

I carabinieri di Fano

FANO – Nuovo episodio di furto con destrezza consumatosi a Fano con la famigerata e tristemente nota “tecnica dell’abbraccio”. È successo a Rosciano, nella zona della vecchia chiesa. Vittima del raggiro una pensionata di 74 anni che sarebbe stata avvicinata con una scusa da una donna sulla quarantina nei pressi della sua abitazione.

La sconosciuta, con modi affabili e garbati, l’avrebbe fermata dicendole di portarle i saluti di una cara amica comune. Il tutto si è svolto in pochissimi istanti: la 40enne l’avrebbe accarezzata su una spalla e si sarebbe dileguata velocemente salendo a bordo di una vettura.

La donna, frastornata dall’insolito incontro, ha realizzato poco dopo di non avere più la collana d’oro al collo, compreso il ciondolo in ceramica con all’interno la foto del figlio. Un monile, che oltre ad avere un valore economico, ne ha per la pensionata uno affettivo ancora più importante.

L’episodio è stato denunciato ai carabinieri che hanno subito avviato le indagini. Purtroppo si tratta dell’ultimo episodio di una lunga serie di furti che si segnalano un po’ in tutta la regione: i ladri prima avvicinano con una scusa la vittima poi, mentre questa cerca di capire chi ha difronte, sfilano preziosi e gioielli con estrema destrezza durante il contatto fisico, senza che la vittima riesca ad accorgersene istantaneamente.

Le autorità raccomandano massima attenzione. Purtroppo giorni fa si è consumato non distante un episodio simile: alla vittima in quel caso era stato sfilato un orologio d’oro.