Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Fano, addio al giornalista Nestore Morosini, storica voce dello sport nazionale

L’83enne era positivo al Covid-19. Si è spento all’Ospedale Sacco di Milano: è stato per oltre 47 anni una delle firme storiche del Corriere della Sera

Nestore Morosini con Jacques Villeneuve
Nestore Morosini con Jacques Villeneuve

FANO – Fano ed il mondo del giornalismo piangono uno dei loro storici interpreti. Si è spento ad 83 anni Nestore Morosini. L’uomo, positivo al Covid-19, sarebbe deceduto per complicanze respiratorie all’Ospedale Sacco di Milano nella notte tra il 17 e 18 novembre.

Morisini, originario di Fano, terra natia con cui aveva sempre mantenuto uno stretto legame, era stato una delle storiche voci dello sport nazionale. Grande giornalista del mondo dei motori e gioviale interlocutore, ha raccontato per tanti anni, con competenza, curiosità ed un linguaggio capace di incantare il lettore, il mondo del calcio e poi quello della Formula 1 e dei motori. In quest’ultimo ambito mise la sua competenza a disposizione dei lettori, arrivando a metà degli Anni ’90, a creare il Corriere Motori.

«Apprendo con grande tristezza della scomparsa di Nestore – riferisce il Sindaco Massimo Seri – un uomo a cui ero particolarmente legato così come alla sua famiglia alla quale mi stringo con sentito cordoglio. Nestore era un fanese verace, istrionico, ma sempre raffinato nei modi e fiero delle sue origini fanesi. Tutte le volte che lo incontravo, quando da Milano tornava a Fano, mi salutava con entusiasmo e aveva sempre qualcosa di bello da raccontare. Per 47 anni ha lavorato al Corriere della Sera come capo servizio sport ed inviato speciale. Appassionato di motori ha conosciuto personaggi del calibro di Enzo Ferrari, Villeneuve e Niki Lauda. Ma nonostante il prestigioso ruolo professionale non ha mai dimenticato le sorti della nostra Città, in particolare dell’Alma».