Cronaca

Falconara, violenza privata e furto aggravato: detenzione domiciliare per un 40enne

L'uomo nel 2019 aveva rubato capi di abbigliamento da un negozio di Falconara. Era stato poi rintracciato dai carabinieri mentre era in bici: nel cestino del mezzo ritrovata la merce rubata

FALCONARA – I carabinieri della Tenenza di Falconara Marittima hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di aggravamento di misura emessa dalla Corte di Appello di Ancona nei confronti di un 50enne del luogo, al quale è stata sostituita la misura cautelare personale degli arresti domiciliari con quella della custodia cautelare in carcere. Tutto scaturisce dal controllo effettuato, nella serata di sabato scorso, 22 giugno, dai carabinieri della Tenenza nei confronti dell’uomo, sottoposto al regime degli arresti domiciliari. In tale circostanza lo stesso non è stato trovato in casa, senza un giustificato motivo.

Da qui la sua denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona per il reato di evasione, con la contestuale segnalazione alla Corte di Appello di Ancona che ha poi aggravato la misura cautelare in corso di esecuzione.

Sempre i militari della Tenenza hanno dato esecuzione all’ordinanza emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Ancona nei confronti di un 40enne del luogo, con la quale è stata disposta la misura alternativa della detenzione domiciliare, dovendo espiare la pena complessiva di 1 anno, un mese e 28 giorni di reclusione.
I fatti riguardano un cumulo di pene per i reati di violenza privata in concorso risalente al 2011 e furto aggravato del 2019. In quest’ultima circostanza l’uomo ebbe ad asportare quindici capi di abbigliamento da un negozio di Falconara Marittima, per poi essere rintracciato dai Carabinieri della Tenenza che lo hanno fermato mentre era alla guida di una bicicletta, trasportando nel cestino i pantaloni/jeans appena asportati.

Infine i carabinieri della Tenenza hanno dato esecuzione ad un provvedimento di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona nei confronti di un 42enne abitante in Falconara Marittima, dovendo il medesimo espiare la pena residua di 3 anni, 8 mesi otto e un giorno di reclusione.
I fatti riguardano le violazioni delle normative sulle armi e sugli stupefacenti oltre ad una ricettazione, reati questi commessi nell’aprile 2023. Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Ancona Montacuto per l’espiazione della pena residua.

Ti potrebbero interessare