Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Falconara piange la morte della giovane Michela Mazzoni, stroncata dal Covid in forma acuta

Grande sgomento per la falconarese uccisa da una forma molto acuta del virus. Avrebbe compiuto 38 anni a fine mese. Parenti e amici la ricordano come una ragazza buona e d'animo gentile

Michela Mazzoni
Michela Mazzoni

FALCONARA MARITTIMA – Una comunità in lutto. Falconara piange la morte prematura di Michela Mazzoni, anni 37, stroncata dal Covid in una forma molto acuta del virus. Michela era ricoverata dallo scorso 28 dicembre a causa di una polmonite bilaterale interstiziale che via via, con il passare del tempo, ha finito per logorarla nel reparto di malattie infettive di Torrette di Ancona dov’è morta lunedì 18 gennaio lasciando un profondo alone di tristezza. Michela avrebbe dovuto compiere 38 anni a fine mese, lavorava al Sì con Te di Collemarino e lascia il papà Maurizio, la mamma Gabriella e il fratello Luca.

Carla Cinti, una della amministratrici del gruppo pubblico su Facebook “La sai l’Ultima a Falconara“, pur non conoscendola ha voluto ricordarla pubblicamente per stringersi idealmente intorno alla famiglia. Chi la conosceva la ricorda come una ragazza buona e d’animo gentile, la classica ragazza in grado di farsi volere bene da tutti per i suoi modi graziosi e garbati.

La ricordano con affetto le amiche Francesca Moschini e Stefania Zucca: «Non ci sembra vero, resterà per sempre nel nostro cuore». Elisabetta Picciafuoco la ricorda «sempre gentile e cordiale» mentre Cristina Gasparri si lascia andare ai sentimenti: «Non riesco ancora a crederci. Un forte abbraccio e sentite condoglianze a Maurizio, Gabriella e Luca. E un bacio grande a te, Michela, riposa in pace».
Toccante anche il pensiero di Orlanda Molinari: «Caro Maurizio e famiglia non abbiamo parole in un momento cosi grande di dolore, vi giunga il nostro più grande abbraccio tantissime condoglianze. Un bacio a Michela ovunque sia».