Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Cupramontana, focolaio alla casa di riposo: positivi 32 anziani e 7 operatori

Il sindaco Luigi Cerioni sta monitorando la situazione, che è stata segnalata anche alle autorità militari. Sono intervenuti i medici dell'Usca

La Casa di riposo di Cupramontana

CUPRAMONTANA – Allarme alla Casa di Riposo di Cupramontana, dove il maledetto virus è entrato subdolamente aggredendo anziani ospiti e operatori. A darne comunicazione è proprio il sindaco Luigi Cerioni.
«Il contagio non ha risparmiato purtroppo neanche una struttura che è stata sempre un modello di efficienza e di rispetto dei protocolli di salvaguardia – spiega il primo cittadino -: l’aggiornamento odierno relativo all’emergenza sanitaria indica 75 persone risultate positive al tampone e 32 persone poste in quarantena. Purtroppo il drastico aumento delle persone contagiate è dovuto ad un focolaio verificatosi presso la Casa di riposo dove sono risultati positivi al tampone 32 ospiti e 7 operatori sanitari. L’effettuazione dei tamponi a tutti gli ospiti, al personale medico, infermieristico, ausiliario e amministrativo è stata tempestivamente fatta dalle autorità sanitarie al verificarsi dei primi casi di positività. Presso la Casa di Riposo si è già proceduto ad attuare le misure di isolamento».

Il sindaco spiega che è in costante contatto con tutte le autorità sanitarie; la situazione è stata segnalata anche alle autorità militari per ogni eventuale necessità, come sta accadendo nelle altre strutture assistenziali per anziani. Per ora quasi tutti i positivi sarebbero asintomatici. C’è stato in mattinata l’intervento dell’Usca.
«In questi momenti siamo particolarmente vicini a tutti gli operatori e a tutti i familiari che hanno i loro cari presso la nostra casa di riposo», conclude Cerioni.