Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Tenta di strangolare la sorella: in manette un 38enne di Montecassiano

L'uomo si trova agli arresti domiciliati con il braccialetto elettronico presso il Dipartimento di salute mentale dell’ospedale di Macerata. A salvare la donna è stato un operaio

carabinieri
carabinieri

RECANATI – Tenta di strangolare la sorella: arrestato un 38enne di Montecassiano.

L’uomo, F.V., lo scorso 29 gennaio, mentre si trovava a lavoro nell’azienda di famiglia nella zona industriale di Recanati, ha aggredito, prima verbalmente e poi fisicamente, la sorella. La donna infatti aveva fatto presente al 38enne la non corretta tenuta della contabilità aziendale, un ammonimento che il fratello non aveva per niente gradito.

L’uomo, dopo aver aggredito verbalmente la sorella, è passato alle mani, cercando di strangolare la donna. Un operaio, che in quel momento si trovava in azienda e che aveva assistito alla scena, si è subito lanciato sul 38enne salvando la donna dalla presa.

La successive indagini, condotte dai carabinieri della Compagnia di Civitanova e coordinate dal pm Rosanna Buccini e seguite dal procuratore Giovanni Giorgio, hanno consentito di accertare la ricostruzione dell’accaduto.

Ieri, 8 febbraio, i militari della stazione di Recanati hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Domenico Potetti: il 38enne, già afflitto da turbe psichiche e seguito da specialisti, si trova ai domiciliari con il braccialetto elettronico presso il Dipartimento di salute mentale dell’ospedale di Macerata, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria con l’accusa di tentato omicidio.