Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Trovato con marijuana e una serra indoor, patteggia e torna in libertà

Il giovane, un dominicano 35enne residente a Valfornace ma che vive con la compagna a Camerino, era stato arrestato dai carabinieri. Processato per direttissima

Il tribunale di Macerata

CAMERINO – Davanti al giudice del Tribunale di Macerata, Francesca Preziosi, si è avvalso della facoltà di non rispondere, poi tramite il suo legale, Fernando Salvetti, ha patteggiato con il pubblico ministero Francesca D’Arienzo la pena di un anno e due mesi di reclusione, usufruendo della sospensione condizionale ed è tornato in libertà, M.L.M.D., dominicano di 35 anni arrestato domenica scorsa dai carabinieri della stazione di Serravalle insieme ai colleghi del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Camerino guidata dal capitano Roberto Nicola Cara. Il giudice ha poi accolto la richiesta del pubblico ministero disponendo la distruzione della serra indoor trovata a casa del giovane e di tutto ciò che era stato sequestrato, dalla marijuana agli strumenti rinvenuti all’interno della serra.

La droga sequestrata dai carabinieri

L’arresto risale a domenica scorsa quando il dominicano, formalmente residente a Valfornace, era stato fermato a bordo della sua Fiat Multipla a Serravalle dai carabinieri della locale stazione. Ai militari il 35enne dichiarò, mettendolo nero su bianco, che si era spostato per un preventivo per un cartongesso. Ma il suo comportamento, piuttosto nervoso, aveva spinto i carabinieri a effettuare ulteriori controlli. A quel punto il dominicano consegnò un beauty con all’interno 27 grammi di marijuana, una piantina e diversi biscotti che per gli inquirenti sarebbero stati fatti sempre con la marijuana. Ma gli accertamenti furono estesi anche a casa sua a Valfornace e a Camerino dove vive con la compagna, qui i militari trovarono una serie di strumenti utilizzati per il confezionamento delle dosi e una serra indoor per la coltivazione di marjuana denominata Grow-box, completa di tutti gli accessori necessari al funzionamento e perfettamente installata all’interno di uno dei vani dell’abitazione. Oltre a questo, anche circa 34 grammi di marjuana. Non solo. I militari decisero di controllare anche a casa della persona a cui il 35enne aveva dichiarato di aver fatto visita per il preventivo: nell’abitazione c’era un 30enne, incensurato, che confermò subito di aver acquistato dal dominicano 15 grammi di marijuana.