Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Fano, 36enne dà in escandescenza in centro ed aggredisce anche i Carabinieri: arrestato

L'uomo, visibilmente alterato dall'alcol, molestava ripetutamente i passanti e la clientela dei locali, importunando in particolare alcune ragazze sedute ai tavolini

Carabinieri
Carabinieri

FANO – Giovane dà in escandescenza, intervengono i militari. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Fano, unitamente ai colleghi di Fossombrone, hanno tratto in arresto un 36enne di nazionalità albanese per violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Erano circa le 22.00 della serata a cavallo tra il 1° ed il 2 luglio quando è stato richiesto l’intervento dei militari nella centralissima Piazza Andrea Costa, in quel momento molto affollata, per la presenza nei pressi di un bar del posto di un uomo che molestava ripetutamente i passanti e la clientela dei locali, importunando in particolare alcune ragazze sedute ai tavolini.

I militari, giunti sul posto, hanno tentato da subito di calmare l’uomo, già noto alle autorità, invitandolo a desistere dai suoi comportamenti, ma questi, in grave stato di alterazione psicofisica dovuto all’abuso di alcol, si è scagliato contro gli agenti, prima minacciandoli, per poi lanciare contro di loro le sedie dei tavolini, senza tuttavia riuscire a colpirli. Non soddisfatto, non riuscendo nel proprio intento, il 36enne si è scagliato contro uno dei militari aggredendolo con spinte e colpi al petto; i Carabinieri, approfittando di un momento di distrazione dell’uomo, non senza difficoltà, lo hanno immobilizzato e reso inoffensivo.

Un’azione repentina, efficace e gestita nel migliore dei modi dai militari, che ha permesso loro, nonostante la numerosa folla presente sulla piazza, di risolvere al meglio la situazione: nessuno dei presenti infatti, tantomeno il responsabile, ha riportato lesioni. Il 36enne è stato accompagnato quindi in caserma e dichiarato subito in stato di arresto. Stamane si è svolta l’udienza di convalida, all’esito della quale il giovane è stato rimesso in libertà in attesa del processo.