Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Corinaldo: l’ultimo saluto a Manuel, morto misteriosamente a Malta

La salma è atterrata a Fiumicino a mezzogiorno e poi è stata trasportata nel suo paese d'origine. Nel pomeriggio si è svolta una cerimonia, in forma ristretta, per salutare il 42enne

Manuel Giovannelli
Manuel Giovannelli

CORINALDO – È atterrata alle 12 a Fiumicino la salma di Manuel Giovannelli, il 42enne di Corinaldo deceduto a Malta dove lavorava da qualche tempo. Alle 16, al cimitero di Corinaldo, i parenti si sono riuniti per l’ultimo saluto. C’erano la mamma Anna, il papà Fulvio e qualche parente. Una cerimonia ristretta, come previsto dal protocollo per rallentare la diffusione del Coronavirus.

La polizia maltese, lo scorso 5 marzo, aveva diramato un avviso di ricerca nei confronti di Manuel: il giovane si era trasferito a Malta dove lavorava come veterinario. Il corpo senza vita era stato ripescato dalle acque nella zona di Cirkewwa, poco dopo le 22 del 6 marzo, con l’aiuto di una motovedetta delle Forze armate maltesi.

Una morte avvolta nel mistero: Manuel potrebbe essere scivolato e finito in acqua e poi trasportato dalla corrente. Questa è una delle ipotesi, ma il decesso del 42enne resta un giallo. Anche i genitori attendono notizie. Tanti gli attestati di vicinanza ricevuti dai familiari in questi giorni.