Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Controlli anti Covid in centro a Osimo: è scontro politico

Alcuni gruppi di opposizione si stanno scagliando contro la maggioranza al governo della città. I controlli saranno massicci anche il prossimo fine settimana

I controlli di sabato in centro a Osimo
I controlli di sabato in centro a Osimo

OSIMO – È scontro politico a Osimo anche sui controlli in centro e nelle zone limitrofe per verificare che tutto sia rispettato. Alcuni gruppi di opposizione si stanno scagliando contro la maggioranza al governo della città. «Al centro di Osimo è permesso tutto. Assembramenti, molti senza mascherina, consumo di cibo e bevande alcoliche in gruppo durante il passeggio. È possibile conciliare la presenza di tanti ragazzi al centro con i comportamenti civili e corretti. Basta volerlo ma sembra che non sia interesse dell’amministrazione comunale», lamenta il gruppo consiliare Progetto Osimo futura.

Le Liste civiche aggiungono: «Il rallentamento della vaccinazione, la presenza del recente focolaio nella casa di riposo Recanatesi, ci induce come Liste civiche a chiedere nuovamente al sindaco quale misure di supporto ha messo in campo nelle scuole, nei luoghi pubblici per prevenire i contagi. Nessuna comunicazione su come avviene il trasporto scolastico, come e se sono state implementate le norme di sicurezza nelle scuole (misura della temperatura, sanificazione dell’aria nelle aule). Chiediamo maggiore attenzione e azioni concrete per ridurre con i mezzi a disposizione i possibili contagi. I cittadini vanno informati».

La posizione dell’assessore alla Polizia Federica Gatto: «I risultati della Polizia locale riferiti al 2020 parlano di un lavoro dedicato soprattutto alla prevenzione della sicurezza ed al rispetto delle regole anti Covid. Purtroppo, nonostante l’impegno di tutte le forze di Polizia, si riscontrano ancora tanti comportamenti che mettono a rischio la salute dell’intera comunità. Per il fine settimana saranno organizzati ulteriori controlli interforze e questo grazie alla grande disponibilità del Commissariato di Polizia Osimo che coordina le attività ma è sicuramente necessario tenere un comportamento rispettoso e civile, che passa dall’educazione prima ancora che dalla repressione. Ciò deve ritenerci tutti quanti responsabili, senza addossare pretestuosamente le colpe su chi ogni giorno lavora sulle nostre strade con un impegno e una dedizione che vanno ben al di là dei meri compiti di servizio. Sentiamoci responsabili di ciò che ci circonda, educando, segnalando, collaborando».