Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Comune Pesaro: «Furto alla Marche Multiservizi, incidenza marginale sulla raccolta»

Quattro dipendenti erano stati denunciati per aver rubato 725 kg di apparecchi elettrici. Il consigliere Biagiotti: «Segno che la raccolta funziona male»

La sede del Comune di Pesaro

PESARO – Furto di rifiuti alla Marche Multiservizi, il Comune fornisce chiarimenti in Consiglio comunale rispondendo a una interrogazione presentata dal consigliere della Lega Roberto Biagiotti.

Heidi Morotti, assessora alla Sostenibilità, ha spiegato: «I quantitativi rinvenuti hanno un’incidenza del tutto marginale sul totale della differenziata. Marche Multiservizi ha adottato nei confronti dei lavoratori coinvolti nella situazione citata dal consigliere, i provvedimenti previsti dalla legge. In relazione ai comportamenti dei quattro addetti MMS, Morotti ha specificato che «dalle perquisizioni risultano circa 565 kg di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) e di 160 kg di ingombranti (totale di 725 kg). Quantitativi che non essendo mai arrivati al Centro di Raccolta, non sono mai entrati nel conteggio della differenziata. Morotti ha poi aggiunto che le informazioni «sono trasmesse con periodicità mensile da MMS al Comune e che i dati consuntivi ufficiali annui, verificati da ARPAM, sono a disposizione dell’Amministrazione Comunale attraverso la piattaforma applicativa “O.R.S.O. Comuni”». 

Per Biagiotti una risposta «non esauriente nelle cifre e che non permette di capire quanto ci manca per raggiungere quei numeri che consentano di accedere ai bandi di riqualificazione e valorizzazione. A Pesaro la differenziata o funziona poco, o funziona male».