Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Civitanova, accoltella un coetaneo per 20 euro e si dà alla fuga: arrestato 24enne

Tutto è successo nella città costiera. L'aggredito, un giovane gambiano, ha riportato diverse ferite al volto e all'addome mentre l'aggressore, un tunisino irregolare sul territorio, è stato trasferito presso il carcere di Montacuto

carabinieri

CIVITANOVA – Accoltella un coetaneo e si dà alla fuga: 24enne tunisino arrestato dai carabinieri. È avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri, 20 giugno, intorno alle 19:30, nella zona del porto di Civitanova. Quando è scattata la chiamata al 112, i militari sono subito arrivati sul luogo dell’aggressione e hanno notato un giovane gambiano di 24 anni, visibilmente provato e sanguinante, che si aggirava a piedi; il ragazzo aveva diverse ferite da taglio al volto e all’addome.

Il giovane è stato subito trasferito all’ospedale di Civitanova dove ha fornito ai carabinieri la sua versione di quanto accaduto poco prima. Il 24enne ha riferito di essere stato derubato di 20 euro da un tunisino – che si è subito dato alla fuga in direzione del porto con la bicicletta – mentre si trovata nella stazione ferroviaria. Il cittadino gambiano ha quindi rincorso il ladro nei pressi dei vecchi barconi abbandonati con l’intento di recuperare il proprio denaro. Il 24enne tunisino, vista l’insistenza del derubato, lo ha aggredito con un coltello sferrandogli diversi fendenti alla mano, all’addome e al viso e poi è nuovamente fuggito con una bicicletta.

La descrizione dettagliata fornita dalla vittima in ospedale ha permesso subito ai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di individuare il 24enne tunisino che aveva con sé anche un coltello a serramanico della lunghezza di 18 centimetri. Il giovane è stato quindi trasferito presso la caserma di via Carnia dove, dopo le formalità di rito, è stato arrestato – con l’aggravante di aver commesso i delitti mentre era irregolarmente sul territorio nazionale – per rapina impropria, lesioni aggravate, porto abusivo di arma da taglio.

Il 24enne tunisino è stato trasferito presso il carcere di Montacuto di Ancona su disposizione del sostituto procuratore Margherita Brunelli mentre il coetaneo gambiano è ricoverato nel reparto di chirurgia dell’ospedale di Civitanova.