Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Chiaravalle: fiori bianchi per l’addio a Michele Togni, colpito da ischemia il giorno del suo compleanno

Ha smesso di lottare il 45enne rappresentante di libri scolastici, deceduto all'Istituto Santo Stefano dove era ricoverato. Attorno al feretro la compagna e i figli

L'abbazia di Santa Maria in Castagnola a Chiaravalle

CHIARAVALLE – Fiori bianchi e tanta commozione per l’ultimo addio a Michele Togni, il 45enne rappresentante di libri scolastici colpito da un ictus il giorno del suo compleanno, il 12 settembre 2019 mentre stava lavorando. Un malore improvviso da cui non si era ripreso, tanto che era stato ricoverato all’Istituto Santo Stefano di Potenza Picena, dove si è spento domenica.

Michele Togni, 45 anni

Ha smesso di lottare Michele, uomo delicato e amato da tantissime persone per la mitezza del suo carattere e la gentilezza. L’ischemia gli ha lasciato postumi irreversibili in un fisico fragile, minato da una infezione al fegato contratta anni fa.

La camera ardente è stata allestita presso la casa funeraria di Santarelli, a Monsano, da dove ha mosso il corteo funebre alla volta dell’abbazia di Santa Maria in Castagnola dove sono stati celebrati i funerali. Questa mattina alle 10 all’abbazia di Chiaravalle, città dove abitava con la sua famiglia, in tanti si sono ritrovati, stretti in un ideale abbraccio di conforto, per l’ultimo toccante addio.

Il feretro di legno chiaro, coperto di fiori bianchi come ha espressamente desiderato la compagna Mislady, posto davanti all’altare. E intorno, i figli Harold e Mariangela, i genitori distrutti dal dolore Franco e Ivana, il fratello Emanuele con la fidanzata Yariana, la nipote Lisdellis e gli amici, i colleghi di lavoro, semplici conoscenti che fino all’ultimo hanno pregato che si riprendesse. Una cerimonia funebre composta per un dolore troppo grande da tenere nel cuore.  

Michele Togni è stato ricordato da quanti lo conoscevano come un uomo dal cuore sensibile, sempre sorridente, pacato e innamorato del suo lavoro che gli permetteva di stare a contatto con le persone e col mondo della scuola. Amava la musica, lo sport e condividere esperienze con i tantissimi amici che oggi lo piangono. Appassionato di calcio, anni fa aveva militato nella Biagio Nazzaro.
Una città intera è sotto choc. Al termine della cerimonia funebre, officiata da don Francesco Savini, il corteo funebre ha mosso verso il cimitero di Chiaravalle dove la salma è stata tumulata. Michele riposerà vicino allo zio, cui era legatissimo, mancato circa tre anni fa. La famiglia Togni ha promosso una raccolta fondi in memoria di Michele, da devolvere alla Croce Gialla e all’Avis di Chiaravalle.