Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Castelfidardo piange il professor Adriano Brandoni

Da anni insegnava all’istituto superiore “Laeng” di Osimo. Il Covid l’ha portato via. «Uno dei pochi prof che ti insegnava la vita oltre che la materia»

CASTELFIDARDO – Castelfidardo e Osimo sono in choc per la morte del professor Adriano Brandoni. Aveva 70 anni ed è spirato nelle prime ore di ieri (29 aprile). Era residente a Castelfidardo ma da anni insegnava all’istituto superiore “Laeng” di Osimo. Il Covid l’ha portato via. Il suo quadro clinico si è aggravato nel giro di poco. È stato intubato all’ospedale di Torrette ma non ce l’ha fatta, nelle prime ore di giovedì è deceduto.

Adriano Brandoni

Insegnava Tecnologia meccanica applicata e aveva la stima di tutti, sia professionalmente che a livello umano. Proverbiali il suo sorriso e il suo approccio alla vita che non ha mai perso, nemmeno alla fine. «Era anche il responsabile dell’organizzazione delle gite per tutto l’istituto, per questo veniva spesso qui nella sede del “Meucci” di Castelfidardo. Per noi è una notizia choc», dice il direttore di sede, il professor Gabriele Calducci.

Addoloratissimi la moglie Graziana, il figlio Fabrizio e tutti coloro che l’hanno amato, studenti e personale docente. Attorno a quella stessa famiglia adesso si stringe l’abbraccio simbolico delle due città. Tantissimi gli attestati di stima che sono arrivati in queste ore. «Uno dei pochi professori che ti insegnavano la vita oltre che la materia», scrive un’alunna. Un prof scrive: «Ciao collega, amico, mio maestro di vita e compagno di molte avventure. Mi manchi già tanto ma non dimenticherò mai il tuo modo leggero ed ironico di vivere la vita».

È possibile dare l’estremo saluto alla salma nella casa del commiato “Alba nova” di via Bramante a Castelfidardo da oggi (30 aprile). I funerali saranno celebrati domenica pomeriggio (2 maggio) alle 15 nella chiesa Collegiata fidardense.