Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Jesi: cani rinchiusi in spazi angusti. Multati due proprietari

Due casi si sono registrati in via Cartiere Vecchie, a qualche centinaio di metri di distanza. I proprietari sono stati multati e diffidati

polizia-locale
La sede della Polizia Locale di Jesi in piazza Indipendenza

JESI – Tenevano i loro cani rinchiusi in spazi stretti e sacrificanti, con l’impossibilità di muoversi liberamente. Sono scattate due multe ai proprietari. Si sono rivelate particolarmente utili alla Polizia locale di Jesi le segnalazioni dei cittadini, sensibili alle condizioni in cui quelle povere bestiole venivano tenute. Gli agenti sono intervenuti a tutela degli animali domestici tenuti in condizioni assolutamente inadeguate. Due, come detto, i casi registrati, nel giro di qualche giorno, entrambi nella zona attorno a vie Cartiere Vecchie. Nel primo, una famiglia rumena deteneva rinchiusi in un angusto balconcino due cani di taglia piccola. Al controllo degli agenti, l’uno risultava sprovvisto di microchip, l’altro importato dalla Romania, ma non iscritto all’anagrafe nazionale. Ne sono conseguite sanzioni per violazioni amministrative di 250 euro e una diffida alla proprietaria dei cani di ripristinare le condizioni di benessere dei due animali.
A qualche centinaio di metri di distanza, gli agenti della Polizia locale hanno riscontrato la presenza di un cane di razza boxer rinchiuso in un piccolo recinto in pessime condizioni per la presenza di sporcizia e deiezioni. Il controllo ha permesso di accertare inoltre il mancato aggiornamento all’anagrafe canina come previsto per legge. Anche in questo caso il proprietario, stavolta un italiano, è stato sanzionato con 250 euro e diffidato a tenere il proprio animale nelle condizioni adeguate. Verranno effettuati successivi monitoraggi per verificare, in entrambi i casi, l’adempimento delle prescrizioni.
Il Comando di Polizia locale raccomanda ai proprietari di animali domestici il rigoroso rispetto delle disposizioni di legge in materia di benessere e al tempo stesso ringrazia quei cittadini che, di fronte a casi eclatanti, effettuano segnalazioni che permettono il controllo e, se del caso, l’accertamento di eventuali violazioni.