Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Cagli, il mondo della Croce Rossa piange il dottor Sebastiano Di Priolo

Il medico è stato uno dei "padri" storici della Croce Rossa marchigiana. Nel tempo ha rivestito ruoli importanti. Molto stimato anche come medico e chirurgo

Dottor Sebastiano Di Priolo
Il dottor Sebastiano Di Priolo

CAGLI – Il mondo del volontariato e della medicina piange una delle sue figure più importanti e preziose. Nella notte a cavallo tra il 22 e 23 novembre è mancato il dottor Sebastiano Di Priolo, appartenente al Corpo Militare della Croce Rossa, nonché medico infaticabile e sempre disponibile. La notizia è stata resa pubblica alcune ore fa dal distaccamento regionale della CRI.

«La CRI Marche perde una figura di riferimento: uno dei “Padri” storici della Croce Rossa marchigiana, che nel corso del tempo ha rivestito anche ruoli importanti, consigliere nazionale nella presidenza di Massimo Barra, sino a commissario provinciale di Pesaro prima della trasformazione in Associazione dei Comitati territoriali. La Croce Rossa delle Marche, perde un Grande Volontario che in molti porteranno nel cuore perché, con lui, e da lui hanno ricevuto esempi e insegnamenti. GRAZIE Sebastiano».

Sebastiano Di Priolo
Sebastiano Di Priolo

Di Priolo ha svolto per anni il ruolo di direttore sanitario per la CRI della provincia di Pesaro-Urbino. Si è posto sempre al servizio di tutti i Comitati con la massima disponibilità e serietà, senza mai negarsi. Il medico era anche molto orgoglioso della sua appartenenza al Corpo Militare della CRI con il quale ha preso parte a varie missioni anche internazionali.
Tantissimi sono i volontari che lo hanno conosciuto, apprezzato ed amato come formatore con quella sua semplicità, umanità e grande preparazione che lo hanno sempre contraddistinto.

Al dolore si è aggiunta anche una nota della Croce Rossa Italiana e del presidente Francesco Rocca: «Oggi perdiamo un uomo e un volontario straordinario, il dott. Sebastiano Di Priolo, medico chirurgo di Cagli, già membro del consiglio direttivo nazionale e del corpo militare volontario CRI, specializzato in medicina delle catastrofi e direttore sanitario di molti comitati della #CroceRossa delle Marche, in prima linea anche in questa emergenza #Covid19. Ci stringiamo al dolore dei familiari e dei colleghi».

Il dottor Alessandro Di Priolo si era laureato all’Università degli Studi di Roma e si era specializzato in Chirurgia D’Urgenza e Pronto Soccorso e Terapia Intensiva chirurgica. Aveva conseguito specializzazioni e perfezionamenti in chirurgia videolaparoscopica all’Università di Ancona e in viscero-sintesi all’Università di Modena.

Responsabile dal 1982 al 2005 del Pronto Soccorso di Cagli, nello stesso ospedale è stato responsabile del modulo di Chirurgia laparoscopica e mini invasiva e del Servizio di Endoscopia digestiva e Gastro-enterologia. Ha ricoperto anche diversi incarichi e collaborazioni presso l’Ospedale di Urbino. Esperto in tutte le tecniche rianimatorie del soccorso avanzato, ha svolto attività di docenza in congressi e conferenze nazionali.

«Persona unica – lo ricorda una paziente e amica -, un capitolo di storia che si chiude! Umile ma grandissimo, sensibile e premuroso con tutti, lungimirante senza paraocchi, disponibile e riservato, presente sempre quando c’era bisogno di lui! Mancherà il suo tatto e il suo sorriso! GRAZIE Sebastiano! Buon viaggio!».