Centro Pagina - cronaca e attualità

Cronaca

Apiro, lite tra fratelli degenera e intervengono i carabinieri: ferito un militare

15 i giorni di prognosi per il militare che ha riportato la lussazione di un dito della mano. Il 42enne che lo ha colpito con un bastone è stato arrestato e si trova ai domiciliari

carabinieri di Ancona

APIRO – Lite tra tre fratelli degenera e intervengono i carabinieri; militare finisce in ospedale con 15 giorni di prognosi.

Tutto è successo nel pomeriggio di ieri, intorno alle 17, ad Apiro. Mentre i carabinieri della stazione di Cingoli stavano svolgendo un normale servizio perlustrativo di controllo del territorio sono stati chiamati da un 45enne del posto che ha riferito che stava litigando con i suoi due fratelli, rispettivamente di 42 e 57 anni.

I tre erano alterati e se le stavano dicendo di santa ragione per la gestione di un magazzino in via Pianore ad Apiro, distante circa 300 metri dal luogo della lite.

I militari sono subito intervenuti per sedare gli animi dei tre fratelli che continuavano a urlare e inveire l’uno contro l’altro anche colpendosi con calci e pugni. Il più giovane dei tre, il 42enne, a un certo punto ha raccolto da terra un bastone di legno con l’intenzione di tirarlo contro il fratello di 57 anni ma ha invece colpito uno dei carabinieri alla mano sinistra procurandogli la lussazione di un dito. Il militare, trasferito al pronto soccorso dell’ospedale di Jesi, è stato visitato dagli operatori sanitari e la sua lussazione è stata giudicata guaribile in 15 giorni.

Il 42enne invece è stato arrestato per violenza a pubblico ufficiale e si trova ora agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.