Via il superticket per redditi sotto i 10mila euro

La nuova misura, varata nei giorni scorsi dalla Giunta regionale, scatterà da giugno 2019. Abolita la quota fissa di 10 euro per prescrizioni di visite e diagnostica. Il presidente Luca Ceriscioli: «Un'attenzione verso chi è in difficoltà»

ANCONA – Addio al superticket per le persone con Isee sotto i 10mila euro annui. La nuova misura, varata nei giorni scorsi dalla Giunta regionale, scatterà da giugno 2019. Una proposta avanzata dal presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli. Chi ha un reddito inferiore ai 10mila euro non dovrà più pagare la quota fissa di 10 euro sulla ricetta per prescrizioni relative a visite e diagnostica.

Luca Ceriscioli

«Un’attenzione nei confronti di chi ha più bisogno e di chi è in difficoltà – ha detto il presidente – il cui scopo è quello di  rendere più accessibili i servizi essenziali come quelli sanitari». Si tratta di «un passo importante verso i cittadini – prosegue Ceriscioli –  che permetterà di accedere alle cure con minori preoccupazioni, soprattutto per quelle persone che a fine mese devono far quadrare i propri conti. Una scelta importante perché la sanità sia sempre più un bene pubblico accessibile a tutti».

Per usufruire dell’agevolazione le persone dovranno rivolgersi ai Caf dei sindacati per richiedere l’Isee da presentare agli sportelli dell’Asur.