Whirlpool e Regione per la crescita del territorio

Il presidente della Regione Marche Ceriscioli: «Continuiamo in piena sinergia con Whirlpool, un’azienda virtuosa che continua ad investire nel territorio e nella comunità in cui opera»

FABRIANO – Fabriano e le Marche rivestono un ruolo sempre più chiave per Whirlpool. Questo il messaggio, forte e chiaro, che è scaturito dalla “conversazione” fra il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, ed il vicepresidente Operazioni industriali Whirlpool Emea, Davide Castiglioni, che si è svolta il 15 dicembre scorso all’interno dello stabilimento di Melano a Fabriano e dal tema: “Marche: un territorio dal Dna vincente”. Introdotti dal saluto del primo cittadino fabrianese, Giancarlo Sagramola, è stata un’occasione per fare il punto della situazione a poco più di un anno dall’acquisizione, da parte della multinazionale americana, del Gruppo Indesit company, perfezionatosi nel luglio del 2015.

«L’acquisizione di Indesit company ha portato con sé competenze specifiche e know-how di assoluto valore e ha comportato, all’interno del processo di integrazione, grandi responsabilità nei confronti delle persone e del territorio», la rassicurazione ribadita da Castiglioni. Responsabilità che si sono tradotte in impegni ben precisi all’interno del Piano industriale Italia, siglato a luglio 2015 e che oggi, dopo poco più di un anno dalla firma, si sono concretizzati. Nello specifico, Whirlpool sta realizzando in tempi record l’investimento che consoliderà sempre più la vocazione di Melano quale polo centrale nella regione Emea (Europa, Medio Oriente e Africa) per la produzione di piani cottura.

Melano raggiungerà a breve la piena potenzialità produttiva delle linee, attraverso l’integrazione di tutte le piattaforme produttive di Indesit e Whirlpool precedentemente localizzate in altri siti italiani e in Polonia. Ambizioso l’obiettivo: 2 milioni di unità in un anno che saranno destinate a tutti i mercati dell’area Emea. E questo grazie ad un investimento che, dei 500milioni di euro previsti per l’intera Italia, riguarda Melano per circa 30milioni di euro. Soldi spesi per le catene di produzione, la formazione dei circa 700 dipendenti, comprese le tute blu che lavoravano nell’altro sito produttivo cittadino ad Albacina. Il tutto per fare di Melano un Hub, una fabbrica modello, un polo d’eccellenza strategico per il Gruppo, che si poggia su tecnologie, strutture e processi all’avanguardia, «ma ancor prima sulle persone, vero asset strategico in grado di incidere in maniera determinante sulla crescita dell’azienda e del territorio marchigiano».

In quest’ottica si è inserita la tavola rotonda del 15 dicembre scorso, punto conclusivo di tre giorni di workshop interamente dedicato ai dipendenti. Infatti, «fermate le attività produttive, si è dato il via a un “percorso” rivolto a lavoratori, fornitori e istituzioni, finalizzato a sviluppare una mentalità nuova, che accompagni la trasformazione del polo marchigiano in uno stabilimento Top Class, una fabbrica modello in grado di esprimere qualità, leadership e, perché no, emozioni», hanno rimarcato dalla multinazionale americana.

«Continuiamo a lavorare in piena sinergia con Whirlpool, un’azienda virtuosa che continua ad investire nel territorio e nella comunità in cui opera» ha dichiarato Luca Ceriscioli, presidente della Regione Marche. «Un operato importante non solo perché può servire da volano per trattenere i numerosi talenti presenti nel nostro territorio, ma anche per attrarre ulteriori investimenti. Un’azienda importante per le Marche anche per l’indotto che genera, contribuendo a produrre ricchezza, occupazione e senso di appartenenza».

La continuità della presenza di Whirlpool sul territorio marchigiano, nell’alveo della tradizione, non si limita allo stabilimento di Melano. Rientra in questo processo anche la riqualificazione dello stabilimento di Albacina in un Corporate store aperto a tutta la popolazione aziendale.

«Whirlpool ha trovato nelle Marche una Regione ricca di Dna imprenditoriale e forte di una tradizione fatta di sapienza e di passione», il commentato di Davide Castiglioni. «Sono orgoglioso di essere qui oggi con le persone che contribuiscono ogni giorno a fare di Melano un polo di eccellenza e un punto di riferimento per il nostro gruppo. Melano è un modello che vogliamo esportare in tutti nostri stabilimenti, facendo leva, prima ancora che su tecnologie e processi, sulle idee e sulla mentalità vincente delle nostre persone: il nostro vero asset strategico». Il vicepresidente Operazioni industriali Whirlpool Emea ha, poi, rimarcato la fondamentale importanza della “sinergia” fra Istituzioni ed azienda, rassicurando anche sull’indotto. «Molti fornitori storici della Indesit si stanno attrezzando per riqualificare la propria attività imprenditoriale in termini di prodotto e di competenze. Noi puntiamo a restare sul territorio e di servirci di aziende del territorio», ha concluso Castiglioni.

«A distanza di un anno, l’impegno su Melano è stato confermato e di questo siamo contenti», le parole del sindaco di Fabriano, Giancarlo Sagramola. «La Whirlpool sta rispettando gli impegni del Piano industriale. Da parte nostra, come Istituzione locale, perseguiamo l’obiettivo del mantenimento del lavoro e dei posti di lavoro per garantire il futuro di questo comprensorio».