Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Vede dei laser, anziana chiama la Polizia

Convinta di aver visto strane luci provenienti dalla finestra, una donna ha chiesto aiuto al 113 temendo una irruzione nel suo appartamento. Immediato l'intervento degli agenti di Polizia, che l'hanno tranquillizzata

ANCONA- Vede dei laser che entrano in casa, anziana spaventata chiama il 113. Alle 23 una strana richiesta di aiuto giunge in Questura. Una settantenne era convinta che delle persone volessero immobilizzarla lanciandole delle armi laser a distanza. Gli agenti preposti alla Sala Operativa, capita la situazione e lo stato di agitazione dell’anziana, mentre continuavano a trattenerla al telefono per tranquillizzarla, hanno inviato nell’appartamento al Piano San Lazzaro, una pattuglia della Squadra Volante.

La signora ha raccontato agli agenti delle armi laser che entravano dalla finestra. Per calmarla, i poliziotti hanno ispezionato tutte le stanze, invitandola ad aprire le finestre e a constatare l’assenza di pericolo. Quel che è emerso però è una storia di solitudine. La donna era sola, non aveva parenti prossimi né amici. Viveva da anni chiusa nella sua casa rassicurata solo dai suoi libri di storia e dalle sue innumerevoli pubblicazioni.

Allertato il Dirigente dell’UPGSP, D.ssa Cinzia Nicolini, è stata inviata una pattuglia di supporto mentre le “Pantere” hanno ripreso l’attività di controllo del territorio. La donna è stata assistita fino all’arrivo del medico curante. Il dialogo costante, la presenza rassicurante e il fatto di non aver sottovalutato o minimizzato la richiesta di aiuto sono stati i presupposti per la risoluzione positiva dell’intervento. Ricevute le immediate cure, l’anziana con slancio e gratitudine ha ringraziato i poliziotti per non averla lasciata sola.

Proprio quel grazie, sincero, disinteressato è la ricompensa più alta per «voi che quotidianamente vi dedicate con abnegazione e sacrificio al bene e alla sicurezza pubblica» ha commentato il Questore Oreste Capocasa rivolgendosi ai poliziotti protagonisti dell’intervento.