Università di Macerata, successo per il Macbeth

La neo nata compagnia teatrale di UniMc debutta conquistando il pubblico. Il rettore Francesco Adornato: «L’entusiasmo dei ragazzi e la loro bravura hanno avvalorato la nostra scelta di costruire un percorso teatrale stabile all'interno dell'ateneo»

Macbeth, Università di Macerata

MACERATA – La neo nata compagnia teatrale dell’Università di Macerata inizia la sua attività con successo. Per l’apertura del Macerata Opera Festival Off, il 15 luglio, nella sede storica di UniMc, a Giurisprudenza gli studenti che un attimo prima animavano aule e corridoi si sono trasformati in streghe e assassini, di fronte a un pubblico attonito, per mettere in scena l’incubo di Macbeth, ispirato alla celebre opera shakespeariana.

Quasi duecento sono stati gli spettatori, tanto che, per accontentare tutti, è stata rotta la regola iniziale che prevedeva solo trenta ingressi alla volta per ognuna delle tre repliche. Guidati nelle stanze di Giurisprudenza, hanno assistito alle performance dei giovani attori.

Il progetto, coordinato dalla professoressa Maria Paola Scialdone, responsabile scientifica, è stato affidato ai registi Antonio Mingarelli e David Quintili, direttori artistici del festival di teatro indipendente “Utovie”, sotto la cui guida studenti di ogni dipartimento, per la maggior parte alla loro prima esperienza teatrale. Dopo un seminario sul Macbeth e le sue riscritture, si sono cimentati in un adattamento, costruendo un’esibizione inserita nel calendario del Macerata Opera Festival Off 2019.

«L’entusiasmo dei ragazzi e la loro bravura hanno avvalorato la nostra scelta di costruire un percorso teatrale stabile all’interno dell’Università», è il commento del rettore Francesco Adornato. «Il teatro coniuga diverse esigenze dell’ateneo: la formazione umanistica, la costruzione di percorsi formativi condivisi anche al di fuori delle aule, la costante attenzione alla sinergia con il territorio e con le sue iniziative culturali».