Macerata, al via la terza edizione del Laboratorio di Umanesimo Digitale

L’Università organizza il corso sulle nuove frontiere per beni culturali, biblioteche e archeologia. È possibile iscriversi fino al 30 marzo. Le lezioni tra aprile e maggio

MACERATA – Dopo il successo riscosso negli anni precedenti, l’Università di Macerata organizza, con il patrocinio della Rete Digital Cultural Heritage) e dell’Associazione Informatica umanistica e Cultura digitale, la terza edizione del Laboratorio di Umanesimo Digitale – Lud (Digital Humanities), un percorso formativo dove gli studi umanistici incontrano le molteplici dimensioni del digitale.

Il corso è rivolto a operatori dei beni culturali, insegnanti, ricercatori, professionisti e personale di aziende che svolgano attività che richiedono competenze all’incrocio tra informatica e scienze umane e sociali. È possibile iscriversi fino al 30 marzo 2019.
Per informazioni: www.unimc.it/lud.

COME SI SVOLGE – Il Laboratorio sarà articolato in due percorsi didattici autonomi relativi a due principali aree tematiche. Ogni percorso prevede quattro lezioni teoriche da quattro ore e due seminari da tre ore per illustrare i progetti realizzati. Le lezioni si svolgeranno nei mesi di aprile e maggio.

La prima area permetterà di incontrare esperti e professionisti su temi legati a materie di natura filologico-letteraria con implicazioni testuali negli ambiti della ricerca, della comunicazione e della produzione. Alle lezioni della seconda area parteciperanno esperti e professionisti su temi legati a problematiche di natura storico-archeologico-documentaria e connessi allo studio e alla gestione dei beni culturali.

Sono ammessi un massimo di 35 partecipanti per ogni percorso.
Per iscriversi, è possibile compilare il modulo online entro le ore 12 del 30 marzo.