Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Principi si ricandida a Corinaldo

L'attuale sindaco è pronto a rimettersi in gioco per riconquistare la carica di Primo cittadino del borgo più bello d'Italia. Oggi ha presentato "Crescere è", in continuità con il suo percorso e i suoi valori

Matteo Principi

CORINALDO – Nasce “Crescere è” per sostenere la candidatura di Matteo Principi per il secondo mandato a sindaco di Corinaldo, nelle prossime elezioni amministrative, che si dovrebbero tenere a giugno. Il Ministero dell’Interno non ha ancora stabilito la data.

«Corinaldo oggi è una comunità che guarda al domani con occhi diversi, un paese che discute e si confronta sui nuovi progetti di edilizia scolastica e sportiva o sulle politiche di accoglienza per la prossima estate, che si interroga sui temi dell’integrazione ma al tempo stesso riscopre le proprie radici e il proprio territorio passeggiando o pedalando nelle campagne. Che parla di ambiente per un’intera settimana (e non solo) ed investe sulla bellezza delle proprie mura, riscoprendo i propri edifici storici del centro. È un paese che ha ritrovato uno slancio verso il futuro ed è un una comunità che dimostra la voglia di crescere»

«Ed è su questo terreno ‘fertile di futuro’ che sento la responsabilità e la forza di raccogliere nuove istanze e portare avanti quell’idea di Corinaldo condivisa in questi anni con tutti i cittadini. E farlo con un nuovo progetto politico, in continuità con il percorso e con i valori che hanno caratterizzato questi primi anni ma che alzi ulteriormente l’asticella della qualità della vita di Corinaldo e dei corinaldesi».

“Crescere è”, questo è il simbolo che verrà presentato durante i prossimi mesi alla cittadinanza. Un progetto che vuole fotografare il momento di sviluppo di Corinaldo, costante e quotidiano ma allo stesso tempo concreto e reale; perché «Crescere è realizzare», afferma il sindaco nel momento di ricandidarsi.

«Abbiamo scelto un luogo, una sede elettorale, grande e spaziosa, in viale degli Eroi, capace di accogliere tante persone. Ed abbiamo già organizzato i prossimi incontri tematici aperti a tutta la cittadina e a coloro che vorranno portare il loro contributo al progetto» spiega lo staff della lista civica che aggiunge: «Pensare al futuro di un’intera comunità significa prima di tutto mettersi in discussione come singolo cittadino, interrogarsi su quale contributo possiamo portare alla collettività per migliorare la vita prima di tutto chi ci vive accanto e quindi rafforzarsi come membri di una stessa famiglia. Crescere è tutto questo» sintetizzano.

In questa fase infatti “Crescere è” vuole prima di tutto raccogliere nuove idee e nuovi stimoli per il futuro di Corinaldo. Sono già previsti cinque incontri, aperti a tutti, che si svolgeranno nelle prossime settimane: giovedì 16 marzo su “Turismo e cultura”; il 23 marzo si parlerà di “Agricoltura, ambiente e territorio”; il 30 marzo si discuterà di “Economia, fiscalità, lavoro e impresa”; il 6 aprile di “Famiglia, scuola e welfare”; infine il 12 aprile di “Giovani, sport e associazioni”.

Matteo Principi insiste nel declinare il verbo crescere: «il nostro è un progetto che vuole ambire a creare nuove prospettive ed alimentare questa voglia del domani, che stiamo riscoprendo, attraverso nuovi progetti, nuove idee e nuove persone; perché Crescere è futuro, per un percorso politico in continuità con il lavoro svolto ma con nuove prospettive. Una comunità che vuole continuare a svilupparsi guarda al domani».

In occasione della sua ricandidatura Principi scrive una sorta di lettera ai suoi concittadini: «A pochi mesi dalla conclusione di questo mandato amministrativo e quindi il ritorno alle urne per il rinnovo del Consiglio Comunale e l’elezione del Sindaco, ho sentito fortemente l’esigenza di avviare assieme alla giunta comunale e a tutto il gruppo di persone che in questi anni ha accompagnato il percorso politico e amministrativo corinaldese, una seria e approfondita riflessione sul futuro.

Un’analisi di tutto il lavoro svolto dal 2012, dei progetti portati a compimenti e di quelli che si stanno sviluppando ma anche di tutto ciò che, per diversi aspetti, non è ancora stato fatto o non riusciremo a realizzare. Un sguardo profondo su cinque anni di lavoro intensi ma che rappresenta un forte stimolo a guardare avanti con maggiore convinzione e forza.

In questi mesi ho avuto modo di riflettere molto sullo sviluppo del progetto politico che mi ha dato l’onore di ricoprire la carica di sindaco di Corinaldo; una riflessione che si è accentuata quando mi è stata chiesta la disponibilità per un rilancio dell’attività amministrativa e quindi per un nuovo mandato come primo cittadino.

La responsabilità che questo ruolo porta con sé, unita all’attenzione e al lavoro quotidiano e puntuale che richiede senza sosta, obbligano chiunque a non sottovalutare nemmeno per un secondo l’impegno e la dedizione che devono essere messi a disposizione. Non si tratta solo di una carica amministrativa, bensì di una totale e completa dedizione verso la propria comunità. Ed è con questo spirito che, nel bene e nel male, ho cercato di essere Sindaco.

Oggi Corinaldo attraversa un momento di sviluppo nuovo. In questo mandato caratterizzato da una disarmante incertezza da parte degli organi sovraordinati, con i pesantissimi tagli ai trasferimenti dello Stato Centrale e la turbolenta riorganizzazione dell’architettura istituzionale, siamo riusciti a creare percorsi amministrativi di lungo respiro che garantiranno a Corinaldo un’importante evoluzione nei prossimi anni. Ma al contempo abbiamo acceso tanti riflettori sul quotidiano corinaldese, con un’attenzione vera alle esigenze della comunità».

Matteo Principi si porta avanti e conclude: «Crescere vuole essere un progetto pensato e creato assieme alle persone, a tutti coloro che in questi cinque anni hanno lavorato al mio fianco e a chi vuole farlo nei prossimi anni. Un percorso di unione e condivisione, due valori che in questi anni hanno accompagnato i diversi passaggi della vita amministrativa per crescere insieme. Già da domani».