Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Truffa online, vende i cerchi dell’auto. Invece di essere pagato ricarica una Postepay

È accaduto a Treia, dove un uomo è stato raggirato da una donna 26enne e da un ragazzo 22enne, entrambi emiliani. I carabinieri li hanno scoperti. I due sono stati denunciati alla Procura di Macerata

TREIA – Vende online i cerchi della sua auto, ma invece di essere pagato, ricarica la Postepay del suo acquirente. È accaduto a Treia. Il malcapitato aveva messo in vendita su un noto sito web i cerchi della sua auto fissando un prezzo di 1000 euro. Qualche giorno dopo era stato contattato da un uomo interessato all’acquisto e l’affare era andato in porto. Al momento del pagamento, però, è accaduto qualcosa di strano: il venditore è stato invitato ad andare allo sportello delle Poste e qui è stato “guidato” telefonicamente dal suo acquirente durante l’intera l’operazione. Solo che, il venditore, invece di ricevere i 1000 euro, seguendo le istruzioni dell’acquirente “furbetto”, ha fatto una ricarica a una PostePay.

L’uomo, accortosi dell’accaduto, ha denunciato tutto ai carabinieri della Stazione di Treia. Una truffa, quella con finto pagamento, che ultimamente si sta diffondendo molto online. I militari dell’Arma hanno subito avviato le indagini e, analizzando i tabulati telefonici e la documentazione postale, sono riusciti a risalire all’intestatario della carta Postepay e al suo presunto complice. Si tratta di due giovani, entrambi emiliani: una donna 26enne e un uomo 22enne. I carabinieri li hanno denunciati alla Procura della Repubblica di Macerata per truffa in concorso. Entrambi erano già noti alle forze dell’ordine.