Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Tolentino, a tre anni dal terremoto consegnati gli appartamenti a quattro famiglie

Il taglio del nastro affidato al primo cittadino Giuseppe Pezzanesi. 162 i giorni di lavoro per realizzare le abitazioni nella ex scuola rurale di contrada Sant'Angelo. «Dopo tre anni di patimenti e tribolazioni, ora abbiamo una vera casa. È un momento di festa, siamo molto felici»

TOLENTINO – Dopo oltre tre anni, finalmente una casa per quattro famiglie di Tolentino che ieri hanno ricevuto i nuovissimi appartamenti realizzati, dopo i lavori di ristrutturazione, nella ex scuola rurale di contrada Sant’Angelo. A tagliare il nastro il sindaco Giuseppe Pezzanesi con don Ariel Veloz Mendez che ha benedetto l’edificio e le singole abitazioni.

Le famiglie Aliscioni, Del Bruto, De Santis ed Emiliozzi sono le quattro assegnatarie dei nuovissimi locali. L’edificio che ospita le sistemazioni, che si sviluppa su due piani, in passato era una scuola e, dopo i lavori di risanamento, era rimasto allo stato grezzo.
Gli appartamenti, che vanno dai 45 ai 70 metri quadri, possono ospitare da un minimo di due persone a un massimo di quattro (uno di questi può essere destinato anche a persone con disabilità).

162 i giorni di lavoro del raggruppamento temporaneo di imprese formato da Astra srl e Idronova snc, per un totale di spesa di 198.881,21 euro.

Le consegne proseguiranno sabato 14 dicembre, alle ore 11, per tre nuovi appartamenti in via Conce. In totale sono 11 i locali messi a disposizione di altrettante famiglie. Mercoledì 18 saranno invece consegnati i lavori per la realizzazione di nuovi alloggi nella ex scuola rurale di contrada Paterno. Intanto si continua a lavorare per gli appartamenti che saranno ricavati all’ex ospedaletto e alla Rancia.

«Oggi è davvero una festa e siamo molto felici; dopo tre anni di patimenti e di tribolazioni, abbiamo ora una vera casa dove venire ad abitare e possiamo tornare a Tolentino – il commento di una assegnataria degli appartamenti -. I locali sono molto belli e luminosi e rispondenti alle nostre esigenze. Speriamo di riuscire a portare tutte le nostre cose entro la fine dell’anno in modo da poter iniziare nel migliore dei modi il 2020».

Presenti all’inaugurazione anche il comandante della compagnia dei carabinieri, il capitano Giacomo De Carlini; il comandante della stazione dei carabinieri, il luogotenente Gaetano Barracane; il vicesindaco Silvia Luconi; il presidente di Assm spa Stefano Gobbi; la vicepresidente di Csomari srl Rosalia Calcagnini; gli assessori Francesco Pio Colosi, Fausto Pezzanesi e Silvia Tatò; i consiglieri comunali Monia Prioretti, Sonia Gattari, Andrea Crocenzi, Stefano Salvator; il comandante della polizia locale David Rocchetti; il presidente del Comitato di contrada Graziella Antonelli; i direttori dei lavori Giovanni Francioni (primo stralcio) e Martina Terzi, il rup Katiuscia Faraoni, il vicesegretario del Comune Piercarlo Guglielmi.