Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Terre Roveresche, era sparito da un anno, arrestato per fatti di droga

Dopo i controlli a Senigallia, un tunisino di 28 anni era diventato irreperibile. A casa 50 grammi di eroina e 7000 euro in contanti. I carabinieri lo incastrano a Piagge

TERRE ROVERESCHE – Era sparito da un anno dopo essere stato beccato con la droga a casa. I carabinieri della Compagnia di Fano sono riusciti a stanare A. S., tunisino di 28 anni, responsabile di detenzione ai fini di spaccio in concorso di sostanze stupefacenti, tra cui eroina e hashish.

I fatti risalgono all’ottobre del 2018 quando il tunisino venne controllato dai carabinieri di Senigallia in una sala slot. Il ragazzo, sapendo che i militari avrebbero perquisito casa, era scappato. La perquisizione domiciliare permise di sequestrare oltre 7.000 euro in contanti, 50 grammi circa di eroina e alcune dosi di hashish.

Da quel momento il giovane era diventato irreperibile, non facendo mai più rientro a casa a Senigallia.

Ma la storia non è finita nel dimenticatoio, anzi i carabinieri della Stazione di Terre Roveresche lo hanno trovato in un’abitazione di Piagge. Dopo alcuni appostamenti, la conferma.

Nella notte il blitz nell’abitazione anche con l’ausilio di personale in borghese dell’Aliquota Operativa di Fano: i militari, dopo aver circondato l’edificio e fatto irruzione nell’appartamento, hanno sorpreso il giovane ancora nel sonno, impedendogli di fatto qualsiasi tentativo di fuga.

Con il giovane c’era un altro tunisino, la cui posizione è al vaglio degli inquirenti.

Il risultato, come avvenuto anche in occasione del recente arresto di un calabrese a Pergola sorpreso con oltre 1 Kg di cocaina, è ancora una volta il frutto dell’efficace attività informativa delle Stazioni Carabinieri, capillari su tutto il territorio della Compagnia di Fano.

A.S. è stato portato in carcere a Pesaro. Risponderà di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.