Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Terranostra, tradizione dal 1970

A causa del terremoto, il rischio di non avviare affatto la macchina organizzativa si è per un attimo materializzato, ma la manifestazione del folklore internazionale è un vanto per Apiro ed un momento di festa, del quale tutti ora più che mai hanno bisogno

APIRO – E’ tutto pronto per l’edizione numero 47 del Festival Internazionale del Folclore Terranostra. Finalizzata a rafforzare i valori di amicizia e di pace tra le nazioni, la manifestazione nel corso degli anni ha diversificato e ampliato i propri ambiti settoriali, includendo nel medesimo contenitore una serie di attività e iniziative tese a valorizzare le tradizioni e le peculiarità locali. Una tra le più rilevanti è “Art&Terra”, una mostra mercato di prodotti eno-gastronomici, di artigianato locale ed etnico che si svolge all’aperto durante tutto il periodo del Festival.

Gli appuntamenti
La manifestazione si apre ufficialmente il giorno 9 agosto con la presentazione dei gruppi ospiti, accolti dal sindaco Ubaldo Scuppa e dall’intero paese. Nei giorni successivi le delegazioni ospiti si esibiranno per dare modo al pubblico di conoscere aspetti e sfumature della propria cultura. Appuntamento imperdibile è quello del 13 agosto con la tradizionale “Festa paesana”, dove è possibile assaggiare i piatti tipici preparati dei gruppi folcloristici ospiti. Il 14 agosto ci sarà l’ultima esibizione in un grande e spettacolare “Gala del Folclore” per godersi il meglio di tutti i gruppi ospiti. Il 15 agosto il gran finale: nella mattinata è previsto lo scambio dei doni tra le varie delegazioni dei gruppi ospiti ed il sindaco di Apiro. Si proseguirà nel pomeriggio con la celebrazione della Santa Messa animata da canti religiosi e di pace dei gruppi ospiti e, a seguire, tutte le nazioni partecipanti sfileranno lungo le vie del paese, animando l’atmosfera con i loro canti e balli; ciò per la gioia dei numerosissimi spettatori e turisti che decidono di passare il Ferragosto in Apiro. Per l’occasione apertura straordinarie dell’ufficio del turismo. I gruppi folkloristici arrivano dall’Italia, dalla Lituania, dal Messico, dalla Russia, dall’Indonesia, dall’Ungheria e dal Cile.


I numeri

Il Comune di Apiro, che conta circa 2500 abitanti, accoglie nei dieci giorni del Festival “Terranostra” un afflusso di circa 20mila turisti, provenienti da numerosi paesi e città italiane e da altre nazioni. Gli spettacoli di “Terranostra in Tour” vengono presentati in alcune tra le più importanti piazze marchigiane come Numana, Jesi e Ostra,
registrando una presenza di pubblico stimata tra le 15mila e le 20mila presenze.

I riconoscimenti
Terranostra è tra i più importanti eventi nel suo genere della Regione Marche e tra i più importanti a livello nazionale
ed internazionale, riconosciuto per il suo prestigio in tutti i Festival del folclore sia italiani sia mondiali. L’associazione Culturale e Folcloristica “Urbanitas” di Apiro opera ininterrottamente fin dal 1933 e costituisce il fiore all’occhiello della cultura popolare marchigiana in Italia e nel Mondo. Essa affianca l’amministrazione comunale fin dalla prima edizione del festival. Nel 2010 il Festival “Terranostra” è stato premiato con la medaglia d’oro e con l’alto patronato della Presidenza della Repubblica. Nel 2011 è rientrato tra le Mille Meraviglie Italiane, partecipando al concorso indetto dal Forum nazionale dei Giovani sotto l’alto patrocinio della Camera dei Deputati, del ministero dei Beni e delle Attività Culturali, oltre che del ministero della Gioventù e del Turismo. Sempre nel 2011 su Rai 1 sono andati in onda gli eventi più salienti della manifestazione.