Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

«Sui farmaci on line attenzione massima»

I consigli del dottor Calcatelli della farmacia di viale Puccini di Jesi, una delle sette, nella provincia anconetana, abilitate dal Ministero della Salute

JESI – Nella provincia di Ancona sono sette le farmacie convenzionate con il Ministero della Salute per la vendita on line dei farmaci senza obbligo di ricetta. A Jesi lo è la farmacia Calcatelli di viale Puccini.

«Le farmacie aderenti hanno un bollino che viene rilasciato dal Ministero al termine di uno scrupoloso iter autorizzativo – spiega il dottor Calcatelli -. Questa è una premessa fondamentale perché il web è una giungla e bisogna sapere cosa e come cercare». Gli esercizi riconosciuti hanno pubblicato sui rispettivi siti i medicinali che possono essere venduti on line: «Si tratta di quei prodotti senza prescrizione medica, generalmente che hanno costi più elevati come gli integratori alimentari e i prodotti per la disfunzione erettile maschile. Riguardo i primi: in realtà ogni bustina contiene un terzo del principio attivo del farmaco originale, infatti generalmente vengono fatte assumere più volte al giorno. Sugli altri devo raccomandare la massima attenzione all’utenza: cercate le certificazioni, non acquistate on line a caso o perché invogliati da un basso costo del prodotto perché spesso cosa si acquista e da dove viene non è chiaro». In realtà la vendita di farmaci on line non avrebbe un grande mercato: «Pensi a chi ha un mal di testa, non aspetterebbe mai un giorno per la consegna del medicinale. Il prezzo dell’acquisto in rete può essere inferiore per il singolo farmaco ma poi bisogna vedere nel complesso con le spese di spedizione se il risparmio c’è. Il consiglio è di rivolgersi ad un professionista: la sicurezza del prodotto che si assume deve essere certificata, l’utente deve sapere che nel mare di possibilità della rete ci sono strade non sicure, delle quali deve assolutamente non fidarsi».