Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Lo sport a Ponterosso riprende vita: il punto sui lavori di riqualificazione degli impianti

L'amministrazione comunale di Ancona ha illustrato gli interventi sulle strutture della cittadella del quartiere dorico. Tra questi quello per la nuova Piscina di via Ruggeri e il Centro Tennis

Conferenza Stampa
Un momento della conferenza stampa. Da sx l'assessore allo sport Guidotti, il sindaco Mancinelli e l'assessore ai lavori pubblici Manarini

ANCONA- Proseguono a gonfie vele i lavori nell’impiantistica sportiva che stanno interessando da mesi lo storico quartiere anconetano di Ponterosso. All’esterno della Piscina Comunale (destinata a diventare un autentico fiore all’occhiello) di via Ruggeri questa mattina, 14 aprile, si sono ritrovati il sindaco di Ancona Valeria Mancinelli insieme agli assessori allo sport Andrea Guidotti e ai lavori pubblici Paolo Manarini per fare il punto sullo stato delle opere.

L’opera riguarda la riqualificazione, la messa a norma e la destagionalizzazione dell’uso delle strutture, da raggiungere attraverso processi virtuosi di ottimizzazione delle risorse a disposizione, come il ricorso agli incentivi e ai premi legati alle operazioni di efficientamento energetico e l’applicazione di forme contrattuali che valorizzino al meglio le partnership tra pubblico e privato.

Il sindaco Valeria Mancinelli e l’assessore Andrea Guidotti durante il sopralluogo

Entrando tecnicamente nell’ottica degli interventi, il Comune è già intervenuto con un spesa di 50mila euro sul campetto Brisighelli per il calcio a 7 dove l’erba naturale (ormai disastrata) è stata sostituita da un nuovo manto sintetico. Presenti anche delle nuove recinzioni e un nuovo impianto di illuminazione. Sistemato anche il campo da calcio a 11 adiacente mentre, all’interno della palazzina, contenente gli uffici dell’ASD Ponterosso (che gestisce la struttura), sono state installate alcune postazioni per l’Aikido. Nuovo volto anche per il Centro Tennis (400mila euro) dove, attraverso un appalto di costruzione e gestione, si è potuto procedere con l’intera riqualificazione del centro sportivo. All’elenco dei lavori va aggiunta la copertura pressostatica della pista di pattinaggio di via Cambi (150mila euro) e i vari interventi di manutenzione del Centro sportivo di via Ruggeri sia sul fabbricato che sulla pista polivalente esterna con annessa ristrutturazione degli spogliatoi e dei locali interni (180mila euro).

A tutto questo, già avvenuti nei mesi scorsi, ci sono anche gli interventi sulla palestra della vicina scuola Carlo Urbani (30mila euro) e sul campetto polivalente di via Maestri del Lavoro (18mila euro). La piscina sarà, invece, il vero fiore all’occhiello anche per la storia che rappresenta.

«Sveleremo passo dopo passo i vari interventi previsti e fatti nella nostra città ma in questo quartiere sono concentrati una serie significativa di impianti – ha esordito il sindaco Valeria Mancinelli – Ci troviamo di fronte ad una vera e propria cittadella sportiva che, da anni, aveva bisogno di un’opera di riqualificazione e manutenzione. Stiamo concludendo il nostro cammino e ci piaceva fare il punto della situazione. Questa non è una periferia degradata, è uno dei quartieri pulsanti della città dove non si viene solo a dormire e mangiare ma anche a svolgere attività che fanno parte della vita sociale».

Il Sindaco Valeria Mancinelli

L’assessore allo sport Andrea Guidotti è poi sceso nello specifico: «Sono molto felice per questi interventi rispondono ad un preciso impegno preso dall’amministrazione comunale. Per fine anno, inizio 2022, vedremo i risultati tangibili di quanto annunciato. Facendo una panoramica abbiamo sistemato il sottofondo della pista di pattinaggio di via Cambi e grazie alla professionalità dell’Ufficio sport, rappresentato dal dott. Capannelli e dall’ingegner Moretti, stiamo portando avanti il tutto con professionalità e passione. Entro l’estate, sempre per la pista, usciremo con un bando per la copertura attraverso un pallone da 63x23mt. Il Brisghelli invece, ottimamente gestito dall’ASD Ponterosso del presidente Micheli, offre calcio, calcio a 5/7 ma anche arti marziali. Colgo l’occasione per ringraziare tutti i gestori di impianti cittadini perchè stiamo trovando e riscontrando collaborazione a tutti i livelli».

E ancora: «Con la piscina verrà fuori un autentico gioiello ma cito ugualmente gli interventi al panettone e nelle altre strutture di questo quartiere che sono tante. Ho sempre voluto allargare la mia visione e creare strutture polivalenti. In tutto questo, oggi non è presente, ma un merito particolare va dato all’assessore alle manutenzioni Stefano Foresi che instancabilmente si sta occupando materialmente di molteplici aspetti. Potranno godere di queste strutture sia i residenti dei quartieri che tutti i cittadini».

La chiusura è stata affidata all’assessore ai Lavori pubblici Paolo Manarini: «Stiamo intervenendo in modo capillare su tutti i quartieri non trascurando nessuna parte di questa città. Ogni zona ha una sua precisa valenza culturale e noi lo sappiamo bene. La piscina avrà un ruolo centrale in questa cittadella sportiva di Ponterosso. E’ stata costruita dalla Provincia negli anni ’90 e poi ceduta al Comune e quella struttura prevedeva una copertura mobile che consentiva di essere utilizzata anche durante il periodo estivo. Non si ebbe molta fortuna al tempo e oggi cerchiamo di farci carico della ristrutturazione e della riqualificazione. Inoltre, per l’efficientamento energetico, richiederemo anche il contributo GSE gestore dei servizi energetici, per ottenere 300.000 euro che reinvestiremo in altre opere necessarie».