Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Le Marche non si arrendono

Al via la nuova campagna di promozione turistica per rilanciare l'immagine della "Regione al plurale" colpita dal sisma. Tantissime le proposte: spot tv e radio, concerti gratuiti, mostre d'arte e molto altro

ANCONA – Il terremoto si è portato via vite, case, ricordi, affetti, interi paesi, lavoro, animali e persino i turisti. Le continue scosse di certo non aiutano ma la Regione Marche ha pronta una nuova campagna promozionale di impatto per rendere il territorio nuovamente attrattivo e riportare i visitatori. Una sfida difficile ma necessaria visto il momento di forte criticità per la domanda di turismo in tutta la regione. Un ruolo importante potrà giocare in questo senso, l’iniziativa dell’attore marchigiano, Neri Marcorè.

La campagna di promozione sarà diffusa anche attraverso gli spot televisivi e radiofonici. 318 quelli che andranno in onda fino a giugno. Durante le cinque serate del Festival di Sanremo e su Radio Rai saranno trasmessi i vecchi spot “Le Marche non ti abbandonano mai”. È già stato progettato un percorso promozionale sui paesaggi, in collaborazione con le amministrazioni comunali e l’organizzazione della famosa gara ciclistica Tirreno-Adriatico, che farà tappa  in marzo a Fermo, Civitanova, Ascoli Piceno e tappa finale a San Benedetto del Tronto.

L’obiettivo della campagna promozionale è anche quello di aggredire i mercati di riferimento all’estero, come la Germania. «Vogliamo attivare nuovi investimenti cercando di intercettare ulteriori fondi, stringere sempre più i contatti con l’Aeroporto per costruire percorsi comuni e dedicati di valorizzazione del territorio. Un’ulteriore opportunità di scambio con la Germania sarà anche l’allestimento del Museo Federico II a Jesi» afferma l’assessore regionale al Turismo – Cultura, Moreno Pieroni. La spesa complessiva si aggira intorno al milione di euro di Fondi Por Fesr (fondo europeo per lo sviluppo regionale), comprese le partecipazioni alle Fiere di Monaco, Berlino, Bruxelles, Utrecht, Praga e Mosca.

In programma anche cinque mostre dei capolavori provenienti dai territori colpiti dal sisma da realizzare sia nell’entroterra sia sulla costa. Il turista nelle Marche cercherà sicurezza e allora è nata l’idea di un bollino, un certificato, che attesti la sicurezza sismica delle strutture ricettive delle Marche. Un’iniziativa da realizzare con l’Anci.