Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Sfida di velocità sulla statale

Il fatto avvenuto a Montemarciano. I ciclomotori sono stati sottoposti a sequestro amministrativo per la successiva confisca. Il reato di competenza del Tribunale è punito con la reclusione da sei mesi ad un anno e con la multa da 5 a 20mila euro

Carabinieri

MONTEMARCIANO – Due quindicenni residenti a Montemarciano sono stati sorpresi dai carabinieri mentre gareggiavano in velocità sulla Statale Adriatica all’altezza di via Leopardi a bordo di due ciclomotori Yamaha Tzr50 e Ns50.

Il fatto
Nella notte tra venerdì e sabato i carabinieri di Montemarciano sono stati testimoni del fatto e, per evitare incidenti, hanno preferito non bloccare la “sfida” con manovre coercitive, ma inseguire i due “piloti” a breve distanza raggiungendoli in via dei Platani, dove gli stessi hanno terminato la gara alla presenza di numerosi coetanei assiepati nell’adiacente parco.

I provvedimenti
Entrambi sono stati bloccati e portati in caserma dove sono arrivati, convocati dai militari, i genitori. In ufficio sono state contestate con verbale le violazioni al codice della strada. I ciclomotori sono invece stati sottoposti a sequestro amministrativo per la successiva confisca. Inoltre, ad entrambi i minori, è stata ritirata la patente di guida modello AM.

La denuncia
I due quindicenni sono stati denunciati alla Procura della Repubblica minorile di Ancona. Il reato di competenza del Tribunale è punito con la reclusione da sei mesi ad un anno e con la multa da 5 a 20mila euro. I genitori si sono dichiarati sorpresi ed increduli delle accuse rivolte ai figli ed in un caso si sono addirittura rifiutati di firmare i verbali e di ritirare la copia.