Mafie e corruzione: al via gli appuntamenti di LiberaIdee

Incontri, ospiti, momenti sportivi e spettacoli promossi dall'associazione Libera, per conoscere le mafie e come combatterle: prima iniziativa a Senigallia, si chiude a Jesi

Il manifesto della rassegna
Il manifesto della rassegna "LiberaIdee. Il viaggio" promosso da Libera Marche

SENIGALLIA – Appuntamenti, incontri sportivi e culturali per avere conoscere la situazione di mafie e corruzione nella regione Marche. È la serie di iniziative promosse da Libera sul territorio regionale, e a Senigallia in particolare, che partiranno venerdì 22 e sabato 23 febbraio, dal titolo “LiberaIdee. Il viaggio”.

La rassegna di appuntamenti, organizzata con il patrocinio del Consiglio regionale, vuole essere un percorso di ricerca sociale sulla presenza e percezione delle mafie, ma anche un momento di condivisione dei punti di vista di chi lotta ogni giorno contro la corruzione e di chi indaga per fare luce sui fenomeni mafiosi.

Il primo incontro di LiberaIdee nelle Marche sarà venerdì 22 febbraio, appunto a Senigallia: il Procuratore generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Ancona Sergio Sottani incontrerà prima gli studenti e poi la stampa e i cittadini per presentare la ricerca di LiberaIdee sulla percezione e la presenza delle mafie e della corruzione nelle Marche.

L’appuntamento sarà alle ore 12 presso la sala del consiglio comunale di Senigallia, insieme a Stefano Busi della presidenza di Libera e a Paola Senesi referente di Libera per le Marche. Nel pomeriggio, ancora in Comune, un seminario di approfondimento con le categorie economiche e sociali per confrontarsi sulle questioni vive del territorio. Infine alle ore 18 presso l’auditorium san Rocco, si terrà un incontro pubblico con il Procuratore per avere uno spaccato sulla situazione in regione per quello che riguarda mafie e corruzione.

Ricca anche la giornata di sabato 23 febbraio con due momenti di animazione: alle ore 16 presso il campo polivalente di Borgo Molino in via Vico, ci sarà un quadrangolare di calcetto nel campo ristrutturato grazie ai proventi dell’asta di Libera al Caterraduno del 2014; in serata, alle 21 al teatro Portone si terrà lo spettacolo teatrale “La Mafia non esiste” della Compagnia Fuoritempo. L’ingresso è gratuito e porteranno la loro testimonianza Peppino Paolini, sindaco di Isola del Piano dove è presente un bene confiscato, e Paola Senesi di Libera Marche.

LiberaIdee si svolgerà fino al 28 febbraio. Sempre a Senigallia saranno ospitati gli incontri con Rosy Bindi, già presidente della commissione parlamentare antimafia (25 febbraio), e con il presidente di Libera, Don Luigi Ciotti (27 febbraio).

Ma la rassegna toccherà anche altre città della regione: sabato 23 febbraio, in collaborazione con l’Università di Macerata, incontro con il Procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho; domenica 24 febbraio appuntamenti dedicati allo sport con il “Torneo della Giustizia” (Ancona), la “Partita della legalità” (Fermo), passeggiate a piedi e in bicicletta (Ascoli Piceno). Iniziative in calendario anche a Porto San Giorgio e a Pesaro.

L’evento conclusivo “Liberaidee: La Giustizia crea futuro. Un percorso per la società marchigiana” si svolgerà a Jesi il 28 febbraio, con gli interventi del Presidente Mastrovincenzo e dei docenti dell’Università di Macerata Roberto Mancini, Lina Caraceni ed Enzo Valentini.

Di nuovo a Senigallia si svolgerà il 21 marzo la manifestazione regionale per la giornata nazionale in ricordo della vittime innocenti delle mafie: il gruppo di Senigallia è intitolato proprio a una di esse, Attilio Romanò. Lavorava presso un negozio di telefonia di Secondigliano dove venne ucciso il 24 gennaio del 2005 da due killer della camorra che avevano sbagliato persona. Sparano all’impazzata e Attilio muore a 29 anni lasciando nella disperazione la sua giovane moglie e la sua famiglia.