Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

«Scuole, locali e trasporti pubblici attenzionati speciali»: riunione in Prefettura a Macerata

Ieri in Provincia sono stati registrati i primi ricoveri negli ospedali: due i pazienti positivi al covid-19 che si trovano al pronto soccorso di Macerata e uno a Civitanova

Flavio Ferdani, prefetto di Macerata

MACERATA – Si è riunito ieri pomeriggio in Prefettura a Macerata il Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal Prefetto Flavio Ferdani. Presenti anche i vertici delle forze dell’ordine, il Rettore dell’Università Francesco Adornato, il presidente della Provincia Antonio Pettinari, il direttore dell’Asur regionale Nadia Storti, il direttore dell’Ufficio scolastico provinciale Luca Galeazzi e i sindaci di Macerata Sandro Parcaroli, di Recanati Antonio Bravi, di Tolentino Giuseppe Pezzanesi e di Civitanova Fabrizio Ciarapica.

Tutti gli attori presenti hanno fatto il punto della situazione sulle misure di contenimento e di gestione dell’emergenza pandemica alla luce del nuovo Dpcm emanato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte nella serata di domenica 18.

A spiegare la situazione della Provincia maceratese a livello sanitario è stato il direttore regionale dell’Asur e facente funzione per l’Area Vasta 3 Nadia Storti. A oggi nel Maceratese ci sono quattro scuole chiuse (via Piave a Morrovalle, primaria e secondaria a San Ginesio e il liceo scientifico di Sarnano) e sono 1.589 le persone in isolamento domiciliare (242 presentano sintomi). Ieri il Servizio Sanità della Regione Marche ha registrato i primi ricoveri di pazienti positivi al covid-19 nei nosocomi della Provincia: uno presso il pronto soccorso dell’ospedale di Civitanova e due in quello di Macerata.

Durante l’incontro è stata inoltre sottolineata la necessità di continuare nei controlli da parte delle forze dell’ordine con l’ausilio delle polizie locale e provinciali attenzionando maggiormente i punti di ritrovo e i locali della movida in relazione alle nuove disposizioni del nuovo Dpcm; osservati speciali saranno i fine settimana lungo la costa e il giovedì sera nel capoluogo. Non mancheranno controlli serrati anche davanti agli istituti scolastici e nei luoghi dove insistono i trasporti scolastici per evitare gli assembramenti come richiesto dal Prefetto.

«Ringrazio le forze dell’ordine per l’intensa e significativa attività svolta e per i risultati ottenuti fino a ora» ha detto il Prefetto Ferdani. Dal primo ottobre fino a oggi sono state controllate 6.120 persone; di queste 45 sono state sanzionate per aver violato le disposizioni normative in tema di spostamento. Sono poi stati controllati 1.642 esercizi commerciali e tre sono stati sanzionati per il mancato rispetto dei protocolli anti-contagio.

«Ai sindaci, che hanno sottolineato l’importanza di sensibilizzare la popolazione a una corretta applicazione delle misure di prevenzione, abbiamo assicurato la massima collaborazione che si svilupperà in tutte le azioni volte a richiamare l’attenzione dei cittadini – ha concluso il Prefetto di Macerata -. Oltre ai controlli però è importante che il rispetto delle norme sia affidato al senso di responsabilità delle famiglie oltre che dei titolari di attività commerciali che devono comunque fare attenzione all’afflusso di clienti per evitare assembramenti».