Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Screening di massa, 328 i casi positivi emersi dall’inizio della campagna

La campagna con il tampone antigenico rapido nella giornata di ieri ha testato ad Ancona 1.950 persone rilevando 38 positivi

Il personale sanitario al lavoro

ANCONA – È ripreso nella giornata di ieri (27 dicembre) lo screening di massa nelle Marche. La campagna testa gratuitamente e su base volontaria la popolazione sottoponendola a tampone antigenico rapido, ha visto la prima fase concentrarsi in 6 città; Ancona, Fermo, Macerata, Pesaro, Urbino e Ascoli Piceno. Lo screening è ripreso solamente al PalaIndoor di Ancona, mentre nelle altre città la prima fase si è già conclusa e la Regione, che ha disposto l’iniziativa, sta già dando avvio alla seconda fase dell’operazione che coinvolgerà i comuni più piccoli per poi via via allargarsi a tutto il territorio regionale.

Intanto sono stati comunicati gli esiti dello screening di ieri al PalaIndoor. Nel capoluogo sono 1.950 le persone che si sono presentate: 38 i casi positivi emersi, un 1,94% dei test eseguiti con il test che fornisce un esito sulla positività in soli 15 minuti. Il Comune fa sapere che sono andati esauriti i posti messi a disposizione dall’Asur e quindi da oggi sono chiuse le prenotazioni.

Complessivamente nelle Marche dal 18 dicembre hanno aderito 61.593 persone con 328 casi positivi emersi e una percentuale di positività in rapporto ai tamponi eseguiti pari allo 0,5%,  mentre la percentuale di adesione sulla popolazione è del 19,5%.

Lo screening prosegue anche oggi e domani martedì 29 dicembre ad Ancona, ma intanto da oggi e fino a mercoledì 30 dicembre inizia anche la fase 2 per l’Area Vasta 4, al Fermo Forum per i cittadini di Porto Sant’Elpidio e Sant’Elpidio a Mare, le due città più popolose del fermano dopo il capoluogo.