Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Sant’Orso a misura dei più piccoli: il restyling inizia dai parchi

Parte da questo progetto la metamorfosi annunciata dalla giunta Seri a fine 2021: «Essendo da 30 anni Città delle Bambine e dei Bambini abbiamo il dovere di sostenere una visione che metta al centro il loro modo di abitare la città»

Il parco che sorgerà a Sant'Orso
Il parco che sorgerà a Sant'Orso

FANO – Sant’Orso sempre più a misura dei più piccoli. È questa una delle priorità dell’Amministrazione Seri che sul progetto “Fano città dei bambini” ha impostato gran parte della sua politica per il rilancio della città. Il restyling per il quartiere partirà dai parchi cittadini.

«Creare aree dedicate alla vivibilità – chiosa Seri – è una prerogativa che ci contraddistingue. Non intendo solo zone fisiche in cui lasciare giocare le nostre bambine e i nostri bambini, ma luoghi in cui farli sentire liberi con tutte le condizioni di sicurezza. La pandemia ha posto l’accento sulla rilevanza della socialità specie per i più piccoli e noi seguiamo una direttrice che vuole far esprimere il talento dei nostri ragazzi. Essendo da 30 anni Città delle Bambine e dei Bambini abbiamo il dovere di sostenere una visione che metta al centro il loro modo di abitare la città».

Il parco che sorgerà a Sant'Orso
Il parco che sorgerà a Sant’Orso

«Restituiamo alla città nuovi luoghi che favoriscono la socialità e sostengono la forza delle relazioni. Quella che stiamo proponendo è una politica educante per una comunità che incoraggi la qualità dell’abitare, il valore della partecipazione e la cura del bene pubblico. Si tratta di un’occasione capace di fare rete tra socialità, impegno associativo e protagonismo dei bambini. Garantire aree verdi alla città è prioritario visto che per noi il gioco è un diritto delle nostre bambine e dei nostri bambini. E, proprio con il gioco, si trasmette un modello che si ispira al civismo».

Brunori poi entra nello specifico dell’intervento: «Al centro dell’intervento c’è un nuovo parco inclusivo in Via Petri per i bambini dai 3 ai 16 anni dotato di 5 giochi, adibiti sia per coloro che sono autosufficienti che non. Inoltre, due altalene di cui una a cestello e l’altra a doppia seduta, uno scivolo, una giostrina e una arrampicata a struttura a cupola: nella base un tappeto in gomma colorata antitrauma per consentire la sicurezza del gioco. A creare il giusto contesto e garantire i servizi per chi vivrà questo spazio ci saranno due tavoli, cinque panchine, tre cestini e una fontanella a disposizione anche dei fautori dell’area sportiva polivalente».

Il parco che sorgerà a Sant'Orso
Il parco che sorgerà a Sant’Orso

Affinché ci sia la massima sicurezza «verranno istallate 3 telecamere per un divertimento in tutta sicurezza. Anche l’illuminazione verrà potenziata con l’installazione di nuovi punti luce – continua Brunori – che si aggiungeranno al relamping di strutture luminose in Via Petri. Anche il verde sarà valorizzato con la piantumazione di numerose piante di oleandro sul perimetro della recinzione insieme alla sostituzione di alcuni arbusti che prenderanno il posto di quelli già esistenti».