Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

San Cesareo e Asco: i migliori vini da abbinare allo Stoccafisso all’anconetana

Il San Cesareo 2015, Bianchello del Metauro doc, e l'Asco 2014, Marche Rosso Igt, sono i migliori vini del 2017 da abbinare con lo Stoccafisso all'anconetana. Questo il responso della quinta Selezione Vini organizzata da Re Stocco, in collaborazione con Coldiretti Marche e Confartigianato Imprese

Andrea De Palma, degustatore per la guida Vini Buoni d'Italia ed Espresso Food

ANCONA – I migliori vini del 2017 da abbinare allo Stoccafisso all’anconetana sono il San Cesareo 2015, Bianchello del Metauro doc prodotto a Fano da Claudio Morelli, e l’Asco 2014, Marche Rosso Igt prodotto da Broccanera ad Arcevia. Questo l’esito della quinta Selezione Vini organizzata da Re Stocco in collaborazione con Coldiretti Marche e Confartigianato Imprese, al termine dei lavori della giuria che si è riunita oggi al ristorante Giardino di Ancona.

Roberto Orciani (Vini Buoni d’Italia, blogger di Non Solo Tappo) e Vanessa Ghergo (vicepresidente di Re Stocco)

La giuria, presieduta da Natale Frega, presidente della Sezione Centro Est dell’Accademia dei Georgofili e ordinario di Chimica degli Alimenti e Tecnologie Alimentari alla Politecnica delle Marche, e composta da Andrea De Palma (degustatore per la guida Vini Buoni d’Italia ed Espresso Food), Natalia Bunbeeva (enogastronoma), Vanessa Ghergo (vicepresidente di Re Stocco), Roberto Orciani (Vini Buoni d’Italia, blogger di Non Solo Tappo), Gualberto Compagnucci (maestro sommelier Ais Marche), Maurizio Gioacchini (enogastronomo) e Giovanni Labate (esperto di enologia ed ex comandante del Nas), ha valutato 60 etichette (35 bianchi e 25 rossi) marchigiane. Degustazione alla cieca con bottiglie dall’etichetta celata e «un livello enologico molto alto – ha sottolineato Frega – in una Regione, le Marche, dove la qualità, la professionalità e l’innovazione si sono sviluppate molto negli ultimi 15 anni. Come Politecnica abbiamo dato una mano anche noi al settore. Questa crescita ha portato il vino a essere il prodotto italiano più esportato al mondo: nel 2016 abbiamo avuto 5,5 miliardi di export. Come tutte le eccellenze non ha subito la crisi». La Selezione è stata l’anteprima del gustoso weekend che si svolgerà dal 29 giugno al 2 luglio. Da giovedì prossimo a domenica il Viale della Vittoria si trasformerà in Viale dei Sapori con 30 stand di eccellenze enogastronomiche e di produttori di Campagna Amica Coldiretti.

Giuria al lavoro

Albo d’Oro

2013
Verdicchio dei Castelli di Jesi doc Classico Superiore “Ghiffa 2011” (Cològnola Tenuta Musone)

2014
ex aequo
Offida Pecorino docg “Artemisia 2013” (Tenuta Spinelli)
Castelli di Jesi docg Verdicchio Classico Riserva “Vigna Novali 2011” (Terre Cortesi Moncaro)

2015
Verdicchio dei Castelli di Jesi doc Classico Superiore “San Nicolò 2014” (Brunori)

2016
cat. Bianchi: Verdicchio dei Castelli di Jesi doc Classico Superiore “La Posta 2012” (Casaleta)
cat. Rossi: Rosso Conero doc “Il Cacciatore di Sogni 2014” (La Calcinara)

2017
cat. Bianchi: Bianchello del Metauro doc “San Cesareo 2015” (Claudio Morelli)
cat. Rossi: Marche Rosso Igt “Asco 2014” (Broccanera)