San Benedetto: due bambini e un padre rischiano di annegare. Salvati da poliziotto

In difficoltà tra le onde, sono stati soccorsi prontamente da un agente della PolFer libero dal servizio, al mare con la moglie, anche lei poliziotta, che intanto ha allertato il bagnino

Vento, onde, mare mosso

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sulla spiaggia di San Benedetto del Tronto stava per consumarsi una tragedia, sventata dalla prontezza di un poliziotto libero dal servizio, intervenuto. Due bambini di 6 e 4 anni e il padre di quest’ultimo hanno rischiato di affogare, nella mattinata di sabato 11 agosto, nel tratto di litorale adiacente allo Chalet “La Promenade”. Qui si trovava in un momento di relax anche l’agente della PolFer di Ancona, in servizio al Posto Polizia Ferroviaria di San Benedetto del Tronto, in compagnia della moglie, anche lei appartenente alla Polizia di Stato e in servizio al commissariato di San Benedetto del Tronto.

L’agente della Polfer e la moglie e collega

La loro attenzione è stata attratta da alcune grida di aiuto provenienti da un tratto di mare compreso fra due scogliere dove, a circa 100 metri, si trovavano alcuni bagnanti. Uno di essi, in particolare, era in evidente difficoltà ed emergeva alcuni secondi dall’acqua gridando aiuto, per poi scomparire tra le onde. Mentre la compagna e collega cercava di attirare l’attenzione del bagnino, l’agente PolFer è accorso, nuotando, verso i tre bagnanti. Una volta raggiunti, prima ha afferrato i due bambini, aggrappatisi al collo, quindi con le braccia ha preso l’uomo nel frattempo rimasto sott’acqua. Tutti e tre sono stati tratti in salvo.