Rossano Moscatelli, un fabrianese ai vertici regionali della Uil-Fpl

Rossano Moscatelli

FABRIANO – Un fabrianese ai vertici della Segreteria regionale della Uil-Fpl per le Marche. Rossano Moscatelli, dipendente del Comune di Fabriano, è stato eletto a questa importante carica. «Saremo sempre di più il sindacato del Fare», le sue prime parole.
Alla presenza della Segreteria generale nazionale – sono infatti intervenuti il Segretario generale nazionale Michelangelo Librandi, il Segretario organizzativo nazionale Daniele Ilari, il Responsabile del Terzo settore Bartolomeo Perna e il Responsabile dell’attuazione dello Statuto federale Sandro Biserna – il Consiglio regionale Uil-Fpl Marche ha affidato al neo eletto Segretario «il compito di realizzare sul territorio marchigiano un nuovo assetto organizzativo e programmatico, che, tenendo conto delle linee guida tracciate dalla Segreteria nazionale alla Conferenza di organizzazione nazionale, costruisca la Uil-Fpl Marche del futuro».

Questa la composizione della nuova Segreteria regionale: Rossano Moscatelli Segretario generale Regionale, Laura Biagiotti Segretario regionale e territoriale di Pesaro-Urbino, Fabio Paladini Segretario Regionale e Referente del capoluogo di Ancona, Maurizio Piccioni Segretario regionale territoriale di Macerata e Mauro Rosetti Segretario regionale e territoriale di Ascoli Piceno e Fermo.

«Dunque, una Segreteria più giovane, più dinamica, preparata e fortemente determinata a radicarsi sempre di più sul territorio regionale, proprio perché la Uil-Fpl intende investire con convinzione sui giovani, sulle donne e sulla parità di genere, e intende “fare sindacato” in modo reale, con una forte impronta di rappresentanza e rappresentatività nell’intero territorio regionale marchigiano. Crediamo che i componenti presenti al Consiglio Regionale e tutti i nostri sindacalisti Uil-Fpl presenti nei posti di lavoro come gli Rsu, gli Rsa, i componenti dei Gruppi aziendali Uil-Fpl e gli Rls rappresentino, e possano ancor più rappresentare nel brevissimo futuro, un sindacato diverso dal passato, più dinamico, più schietto, più veloce e soprattutto efficace, proprio sulla linea tracciata dalla Segreteria nazionale nella recentissima Conferenza di organizzazione nazionale: stare tra le lavoratrici ed i lavoratori per risolvere i loro problemi e migliorare le loro condizioni di lavoro. Informazione e dibattito per un sindacato in crescita e che si trasforma. Una nuova Segreteria dunque, pronta a raccogliere le nuove e complesse sfide del mondo del lavoro, sia esso pubblico che privato, ed ancora più aperta al confronto interno ed esterno per costruire le migliori soluzioni a favore di lavoratrici e lavoratori», le prime dichiarazioni della nuova Segreteria regionale.