Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Rinasce Forza Italia. O forse no

Il partito azzurro si sta ricostituendo a Fabriano. Il coordinatore è Olindo Stroppa. Insorge però il nucleo storico della compagine di centrodestra, che non sarebbe stato contattato, se non stamattina. Il senatore Ceroni pronto a fare da pontiere

Piazza del Comune a Fabriano
Piazza del Comune a Fabriano

FABRIANO – Il centrodestra fabrianese è pronto a lanciare la sfida per le comunali della prossima primavera. «Stretta collaborazione con Fratelli d’Italia e la Lega Nord per un candidato unico», le parole del coordinatore provinciale di Forza Italia, Daniele Berardinelli, che annuncia la ricostituzione del partito in città. Olindo Stroppo, il coordinatore. Ma è subito maretta.
«Da diverso tempo si sono avviati incontri tra attivisti, ex iscritti e simpatizzanti per ridare una struttura politica al movimento. È in fase di definizione un nuovo direttivo, che si pone come obiettivo principale la presenza attiva, propositiva e costruttiva sul territorio comunale. Il gruppo di lavoro, coordinato da Olindo Stroppa, è già attivo, auspica la maggiore partecipazione possibile ed invita tutti coloro che vorranno portare il proprio contributo, a prendere parte alle iniziative che a breve saranno organizzate», le parole di Berardinelli.

Olindo Stroppa

Nel frattempo Forza Italia è impegnata in un’attività di collaborazione con Fratelli d’Italia e Lega «per riunificare le forze di centro destra presenti a Fabriano, intorno ad un progetto da proporre ai cittadini. In tal senso, insieme a diverse persone, espressione della Fabriano laboriosa ed onesta, si sta discutendo per individuare un candidato a sindaco libero e capace di promuovere il vero cambiamento che la città attende da oltre vent’anni».

Neppure il tempo di annunciare questo nuovo corso, che i commenti dal nucleo storico di Forza Italia non sono mancati. Fabio Lametti, esponente del partito azzurro, ha precisato su Facebook di aver ricevuto solo questa mattina la telefonata da parte di Beradinelli «per chiedermi se ero disponibile ad un incontro per cercare di riaggregare un ambiente decisamente disorientato, uso un eufemismo). La mia risposta è stata positiva, mi è stato riferito di contatti con Olindo Stroppa e da parte mia non ci sono problemi se bisogna convergere su un obiettivo comune, ma a Fabriano l’unico esponente istituzionale di Forza Italia è il Consigliere comunale Silvano D’Innocenzo. Purtroppo si ripete la solita storia: i partiti di Ancona vogliono gestire realtà che non conoscono e con il preciso obiettivo di evitare che si creino le condizioni per vincere, anche di fronte alla possibile catastrofe avversaria». Insomma, se il buongiorno si vede dal mattino, non c’è da stare allegri. Prova a far da pontiere il senatore azzurro, Remigio Ceroni. «Mi informerò prontamente di quanto sta accadendo con Berardinelli e i nostri uomini di partito a Fabriano. Da tempo non partecipo a riunioni in questa città e, quindi, è necessario esaminare bene la questione», le parole del segretario regionale di Forza Italia. Quindi, si riapre tutto.